Il punto del giardino migliore dove piantare i bulbi per sfuggire a topi e insetti

L’autunno è il momento adatto per piantare i bulbi che ci annunceranno per primi l’arrivo della primavera l’anno prossimo. In particolare in questo periodo dovremmo piantare i bulbi dei fiori precoci, come narcisi, tulipani, gigli, giacinti e crocus.

Ma a chi non è mai capitato di piantare i bulbi con tanto amore per poi non vederli spuntare la primavera successiva? In questi casi, generalmente i colpevoli sono gli animali sgraditi che infestano il nostro giardino. Tra questi, particolarmente pericolosi per i bulbi sono i topi e i ratti. Ma anche le larve di alcuni insetti, specialmente i coleotteri, possono divorare i nostri bulbi.

Allora che fare? È molto importante scegliere il punto del giardino in cui piantare i bulbi per minimizzare il rischio che vadano perduti.

Il punto del giardino migliore dove piantare i bulbi per sfuggire a topi e insetti

I roditori amano divorare i bulbi, specialmente durante l’inverno. Quando non trovano altro cibo, un bel bulbo succoso può aiutarli a superare la stagione fredda, e noi non vedremo mai spuntare i nostri fiori. Ma il pericolo non viene solo dall’alto. Anche le larve di insetti possono attaccare i nostri bulbi.

Dunque che fare per tenerli al riparo?

Meglio in aiuole strette, o in vasi

Ecco il punto del giardino migliore dove piantare i bulbi per sfuggire a topi e insetti.

Per minimizzare il rischio che i bulbi vengano divorati prima di spuntare, piantiamoli in luoghi dove gli animali li raggiungono più difficilmente. In particolare, piantiamoli in aiuole più strette, non in terra piena, dove ci sono meno larve di insetti.

Un altro suggerimento è quello di piantarli in vasi con della terra nuova, in cui siamo ragionevolmente sicuri che non si annidino delle larve di insetto.

Se invece vogliamo interrare i nostri bulbi nell’orto, ecco un consiglio per farlo senza metterli in pericolo.

Piantiamoli in vaschette che poi interriamo

Possiamo anche piantare i bulbi all’interno di vaschette che poi andremo ad interrare quasi completamente nell’orto. Meglio scegliere un contenitore di materiale non inquinante, ad esempio di terracotta o di legno. Se usiamo materiali non biodegradabili, ricordiamoci di estrarli dalla terra una volta terminata la fioritura.

Posizioniamo ogni singolo bulbo nella sua vaschetta, e interriamola. In questo modo saranno al riparo dalle larve. Un altro suggerimento: mettiamo un telo da giardino al di sopra dei bulbi, e sistemiamolo aderente al terreno (a questo scopo possiamo fissarlo con dei chiodi). Il telo terrà alla larga topi e ratti.

A proposito di topi: se vogliamo dar da mangiare agli uccelli in giardino, ma senza attirare i topi, ecco un trucco geniale per farlo.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te