I casi in cui è possibile guidare senza cintura

L’obbligo di indossare la cintura di sicurezza è sanzionato con una sanzione pecuniaria e con la perdita di punti sulla patente. Si dice però che ogni regola abbia la sua eccezione. Alcune situazioni riguardanti il lavoro o la salute rappresentano i casi in cui posso guidare senza cintura.

Le eccezioni più evidenti sono costituite da chi lavora nelle società di raccolta dei rifiuti. E ciò per l’evidente lentezza del mezzo oltre che per la necessità di scendere spesso dal veicolo.

INVESTI NEL MERCATO IMMOBILIARE CON UN RENDIMENTO DEL 13,13%
Puoi partire da soli 500 euro!

SCOPRI DI PIÙ

Sono esonerati anche gli appartenenti alla Forze dell’Ordine quando viaggino sull’auto di servizio, per il motivo opposto. In questo caso, nonostante la velocità del mezzo, prevale l’esigenza di scendere rapidamente per fronteggiare un’emergenza.

Le esenzioni per motivi di salute, invece, sono meno evidenti e, soprattutto, devono sempre essere attestate da un certificato dell’ASL. Una donna in stato di gravidanza, per esempio, non può auto esonerarsi dall’obbligo di indossare la cintura. Anche perché se la cintura è indossata correttamente è perfettamente compatibile con il pancione.

I casi in cui è possibile guidare senza cintura

Complessivamente i casi in cui posso togliere la cintura sono pochi.

Infatti il Codice della Strada stabilisce la sua obbligatorietà anche per i passeggeri seduti sui sedili posteriori. Non è possibile togliere la cintura nemmeno durante la sosta davanti ad un semaforo rosso. Infatti, tecnicamente, il veicolo è in circolazione perché si trova sulla carreggiata, anche se è fermo.

Sappiamo anche che mentre ci troviamo ad un semaforo rosso potremmo essere costretti ad eseguire una manovra imprevista. Per esempio spostarci in fretta per fare posto ad un’ambulanza in corsa. Senza contare che la cintura protegge dai tamponamenti, che possono verificarsi anche mentre siamo in sosta al semaforo.

Analogo alla cintura è il seggiolino per i bambini piccoli trasportati. Il conducente ha l’obbligo di verificare che il seggiolino a bordo della sua auto sia omologato e che sia montato in modo corretto.

È veramente essenziale essere a conoscenza delle norme di cui sopra ed osservarle correttamente. In caso di sinistro, oltre ad avere sulla coscienza la salute dei trasportati, il conducente rischia pesanti sanzioni.

Chi è trovato senza cintura, in assenza di cause di esenzione, rischia una sanzione da 80 a 323 euro. E ciò oltre alla decurtazione di cinque punti dalla patente. La decurtazione sale a dieci punti per i neopatentati. È addirittura la metà del monte punti complessivo della patente. Appunto a dimostrazione di come questa infrazione sia ritenuta particolarmente grave.

Consigliati per te