Grandi novità dall’Agenzia delle Entrate che rimborserà subito anche familiari e disabili che trasmettono questi documenti entro il 31 maggio

Ogni anno sono numerose le spese che soprattutto le famiglie con figli si trovano ad affrontare, come le spese per l’affitto, le rate del mutuo, le bollette. Ma il nostro sistema fiscale consente di poter scaricare dalle tasse molteplici spese sostenute per sé stessi e per i familiari a carico. Come ad esempio le spese che si sostengono per l’acquisto degli occhiali da vista e visite specialistiche. In tali casi, l’Agenzia delle Entrate, anche in contanti e senza controlli, riconosce una serie di vantaggi. Sarà richiesto però la conformità alla normativa comunitaria, con certificazione o dichiarazione di conformità. O ancora quelle che le famiglie sostengono per l’iscrizione, l’abbonamento a scuole di musica, conservatori, cori e bande.

Le famiglie potranno detrarre fino a 1.000 euro delle spese sostenute per i figli, dai 5 ai 18 anni, nel percorso di formazione musicale. Chi vuole ottenere il rimborso delle spese sostenute il prima possibile potrà inviare la dichiarazione dei redditi entro il 31 maggio. A tal fine l’Agenzia delle Entrate mette a disposizione dei contribuenti una dichiarazione dei redditi precompilata con diversi dati già inseriti, disponibile online dal 23 maggio.

Prestiti 2022

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 5051 - 6566+

Clicca sull'età

Prestiti 2022

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 50

51 - 65

66+

Clicca sull'età

Grandi novità dall’Agenzia delle Entrate che rimborserà subito anche familiari e disabili che trasmettono questi documenti entro il 31 maggio

Con un comunicato stampa del 20 maggio l’Agenzia delle Entrate annuncia che la precompilata 2022 sarà disponibile sul suo sito da lunedì 23 maggio. Pertanto, dal 31 maggio sarà possibile inviare la dichiarazione, accettandola così com’è oppure procedendo alle opportune modifiche e/o integrazioni. Ma da quest’anno arrivano anche grandi novità dall’Agenzia delle Entrate per agevolare tutti quei contribuenti che non possono gestire direttamente l’adempimento. Infatti, sarà possibile affidare ad un familiare o ad un’altra persona di fiducia l’invio della propria dichiarazione.

In particolare si potrà conferire una procura al coniuge o ad un parente entro il quarto grado mediante uno specifico modello messo a disposizione dall’Ente. Il modello potrà essere inviato telematicamente dal rappresentato, allegando la copia della carta d’identità del rappresentante. Qualora si invii a mezzo PEC la scansione del documento cartaceo o di presentazione ad uno sportello dell’Agenzia si dovranno allegare la carta d’identità sia del rappresentante che del rappresentato.

Qualora si voglia affidare la gestione a persona diversa da un familiare, si potrà conferire la procura presso un ufficio. Anche per le persone impossibilitate a recarsi presso l’Agenzia a causa di patologie è prevista un’ulteriore semplificazione. La procura potrà essere presentata direttamente dal rappresentante, purché si alleghi un’attestazione del medico di base.

Approfondimento

L’Agenzia delle Entrate invierà subito l’assegno il bonifico o il rimborso a chi invia la dichiarazione entro il 31 maggio 

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te