Inviare subito la dichiarazione dei redditi 730 2022 all’Agenzia delle Entrate

servizi agenzia delle entrate riscossione

Dopo più di 4 mesi dalla sua messa a disposizione a beneficio del cittadino, per la dichiarazione dei redditi 730/2022 sta per suonare il gong. Oggi scade infatti il termine ultimo per l’invio all’Agenzia delle Entrate (AdE) sia della precompilata sia del modello ordinario.

L’invio potrà avvenire tanto in prima persona, tramite proprie credenziali digitali, tanto per interposta persona. Ad esempio rivolgendosi ai CAF o Patronati o al proprio professionista di fiducia.

Oltre alla scadenza odierna, tuttavia, vi sono altre date chiave da tenere a mente. Sintetizziamole brevemente in questa sede. Intanto avvisiamo che chi non avesse ancora provveduto occorre inviare subito la dichiarazione dei redditi 730 2022 all’Agenzia deputata alle riscossioni.

Quali sono i vantaggi al contribuente per la dichiarazione precompilata?

Sicuramente il più grande vantaggio del 730 precompilato è quello legato ai controlli AdE. Per chi non apporta modifiche al modulo, infatti, saltano le verifiche formali sui documenti legati agli oneri accolti in dichiarazione. Questi documenti, infatti, sono già pervenuti ad AdE da soggetti terzi (banche, farmacie, assicurazioni, asili, etc.).

In caso di modifiche il controllo di AdE si limita ai soli dati variati.

Infine chi presenta il modello 730 precompilato entro oggi termina le sue incombenze verso il Fisco. Eventuali addebiti o rimborsi avverranno direttamente nella busta paga o pensione del contribuente interessato.

Inviare subito la dichiarazione dei redditi 730 2022 all’Agenzia delle Entrate

Vediamo quali sono le altre date da ricordare sempre in merito alla precompilata 2021 (modello 730 e Redditi).

Il prossimo 10 ottobre arriva un primo termine. Ossia quello per comunicare al sostituto d’imposta di non voler effettuare il 2° o unico acconto IRPEF. Oppure di volerlo adempiere ma in un importo inferiore.

Per la presentazione (al CAF o al proprio professionista di fiducia) del 730 integrativo occorre rispettare la data del 25 ottobre. Ricordiamo che tale modello è ammesso quando l’integrazione da apportare genera un maggior credito o un minor debito o un’imposta invariata.

Per la presentazione all’AdE del 730 correttivo di tipo 2, la data da segnare è quella del 10 novembre. L’invio andrà fatto in remoto, tramite l’applicativo web.

Alla data del 30 novembre troviamo 3 scadenze. La prima riguarda la presentazione del modello Redditi precompilato e del modello Redditi correttivo del 730. Poi c’è la presentazione del modulo Redditi aggiuntivo del 730 (ossia frontespizio più i quadri RM, RS, RT e RW). Infine il 30 novembre scade il termine per versare il 2° o unico acconto per i contribuenti con modello Redditi o che non hanno sostituto d’imposta.

Arrivando al nuovo, infine, entro il 28 febbraio va presentato il modulo Redditi precompilato tardivo. Oppure per scaricare il modello Redditi PF online 2022.

Lettura consigliata

Come compilare il modello F24 per i versamenti all’Agenzia delle Entrate

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te