Gli ulteriori mandati di pagamento per i contributi a fondo perduto sono arrivati sul conto corrente

Il Decreto Sostegni ha previsto contributi a fondo perduto per imprese e professionisti. I contribuenti più veloci hanno ricevuto i soldi spettanti nella prima decade di aprile mentre altri hanno dovuto attendere di più. Ora la buona notizia: gli ulteriori mandati di pagamento per i contributi a fondo perduto sono arrivati sul conto corrente.

Infatti l’Agenzia delle Entrate, con una nota, ha annunciato che i contributi a fondo perduto per imprese e professionisti colpiti dalle conseguenze economiche dell’epidemia sono stati emessi. Attualmente questa platea ha ricevuto fondi per oltre 4 miliardi di euro.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
XW 6.0, lo smartwatch di ultima generazione ad un prezzo incredibile.

SCOPRI DI PIU’

Smartwatch

Gli ultimi beneficiari

L’ultima tranche di contributi a fondo perduto ha riguardato 372 mila soggetti titolari di partita IVA. Questo invio massivo si aggiunge a quelli già erogati ad inizio aprile previsti dal Decreto Sostegni di recente emanazione. Il Governo, infatti, a fronte della perdurante crisi economica per via dell’emergenza sanitaria del coronavirus, ha inteso immettere nelle tasche degli italiani degli aiuti di Stato.

Stato senza soldi

Logicamente non tutti sono rimasti contenti di quanti soldi hanno ricevuto rispetto al danno economico patito per via delle restrizioni. Purtroppo lo Stato italiano non naviga in buone acque e far quadrare i conti diventa sempre più difficile. Nonostante le ristrettezze economiche un fiume di soldi scorre tra casse e tasche degli italiani sotto varie forme.

Quanti italiani hanno ottenuto soldi?

Con l’emissione degli ultimi 372 mila mandati di pagamento, gli italiani beneficiari del contributo a fondo perduto ammontano a 1 milione e 400 mila. Inoltre va specificato un ulteriore aspetto: di questa platea molti hanno ritenuto di non voler ricevere materialmente i soldi sul conto corrente.

Infatti questi contribuenti hanno sfruttato l’importo sotto forma di credito d’imposta da utilizzare in compensazione. Perciò l’Agenzia delle Entrate ha riconosciuto 122.196.026 euro con questa formula.

Gli ulteriori mandati di pagamento per i contributi a fondo perduto sono arrivati sul conto corrente

Come detto molti hanno ricevuto il dovuto ma prima di concludere l’articolo, ricordiamo che la richiesta per ottenere il contributo a fondo perduto è ancora aperta fino alla data del 28 maggio.

Consigliati per te