Falck Renewables stenta a partire al rialzo, cosa fare con le sue azioni?

Falck Renewables stenta a partire al rialzo, cosa fare con le sue azioni? La domanda è lecita in quanto il titolo in questione è uno dei pochi che da inizio anno è in territorio negativo e sta facendo peggio sia del settore di riferimento che del mercato italiano.

Questa performance è giustificata da una sopravvalutazione del titolo qualunque sia l’indicatore utilizzato. Facciamo qui di seguito alcuni esempi.

INVESTI NEL MERCATO IMMOBILIARE CON UN RENDIMENTO DEL 13,13%
Puoi partire da soli 500 euro!

SCOPRI DI PIÙ

  • La società ha una situazione finanziaria che non permette la crescita per acquisizioni con un elevato indebitamento netto e un EBITDA relativamente basso;
  • Sulla base delle quotazioni attuali, la società ha un livello di valutazione particolarmente elevato in termini di “enterprise value”.
  • Con un rapporto prezzo/utili previsto di 53.8 e 50.54 rispettivamente per l’esercizio in corso e per il prossimo esercizio, l’azienda opera con multipli di utili molto elevati.

Anche gli analisti che coprono il titolo sono abbastanza prudenti con un consenso medio accumulare e un prezzo obiettivo medio che esprime una sottovalutazione di circa il 10%.

Falck Renewables stenta a partire al rialzo, cosa fare con le sue azioni secondo l’analisi grafica?

Falck Renewables (MIL:FKR) ha chiuso la seduta del 30 marzo a quota 6,115 euro in ribasso dell’1,77% rispetto alla seduta precedente.

Le cose si stanno mettendo molto male per il titolo. Soprattutto se si guarda al time frame settimanale. Come si vede dal grafico, infatti, le quotazioni non riescono a superare il primo ostacolo lungo il percorso rialzista in area 6,28 euro. Questa incapacità di scattare al rialzo, sono già tre i tentativi settimanali inutili, potrebbe favorire un’accelerazione ribassista che ha come I obiettivo di prezzo area 5,46 euro. A seguire gli obiettivi ribassisti sono quelli indicati in figura dalla linea tratteggiata. Al rialzo, invece, gli obiettivi sono quelli indicati dalla linea continua.

Nel lungo periodo la situazione è molto simile a quella sul settimanale. La proiezione in corso è rialzista con gli obiettivi indicati in figura, ma girerebbe al ribasso nel caso di chiusure mensili inferiori a 5,5 euro.

Conclusione: lo scenario che vede una discesa fino in area 5,5 euro è molto probabile. Qualora poi questo livello non dovesse reggere in chiusura settimanale si invertirebbe al ribasso.

Time frame settimanale

falck renewables

Le linee oblique rosse rappresentano i livelli di Running Bisector; le linee orizzontali i livelli de La Nuova Legge della Vibrazione. Sulla sinistra è mostrato il volume per ciascun livello di prezzo. Il pannello intermedio riporta il segnale di BottomHunter. Il minimo sul time frame considerato è segnato quando è uguale a 1. Il pannello dei volumi mostra il volume scambiato per ciascuna barra confrontato con una media mobile esponenziale zero lag a 20 periodi. Nel pannello inferiore è mostrato lo Swing Indicator che mostra i segnali al rialzo e al ribasso sullo strumento in questione.

Time frame mensile

falck renewables

 

Approfondimento

Su ERG c’è spazio almeno per un rialzo di un altro 20% rispetto ai livelli attuali

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te