Su ERG c’è spazio almeno per un rialzo di un altro 20% rispetto ai livelli attuali

Su ERG c’è spazio almeno per un rialzo di un altro 20% rispetto ai livelli attuali, ma attenzione alla sopravvalutazione.

Che questo titolo azionario, fortemente coinvolto nella produzione di energia dalle fonti rinnovabili, potesse continuare al rialzo era già stato evidenziato in precedenti report. La corsa dell’ultimo anno, però, con un rialzo del 70% circa a fronte di un settore di riferimento e un mercato italiano che hanno guadagnato il 40% e il 37%, rispettivamente, potrebbe essere in procinto di prendersi una pausa di riflessione.

Dal punto di vista dei fondamentali ERG risulta essere abbastanza sopravvalutata. In particolare, con un valore aziendale stimato di 5.1 volte il fatturato dell’esercizio in corso, la società sembra avere un’elevata valorizzazione. Inoltre, con un rapporto prezzo/utili 2020 di 35.02 volte il risultato, la società opera a livelli di multipli relativamente elevati.

Su ERG c’è spazio almeno per un rialzo di un altro 20% rispetto ai livelli attuali: gli obiettivi e i supporti secondo l’analisi grafica

ERG (MILERG) ha chiuso la seduta del 29 marzo a quota 25,82 euro, in rialzo dello 1,49% rispetto alla seduta precedente.

Time frame settimanale

La proiezione in corso è rialzista, ma stenta a raggiungere il suo I obiettivo di prezzo in area 29,46. Una chiusura settimanale superiore a questo livello, poi, aprirebbe le porte al raggiungimento di area 39,86 euro (II obiettivo di prezzo) e 50,73 euro (III obiettivo di prezzo) per un potenziale rialzo del 100% circa. Nell’ipotesi più conservativa, raggiungimento I obiettivo di prezzo, il potenziale rialzista è di circa il 20%.

Solo chiusure settimanali inferiori a 23 euro farebbero girare al ribasso la tendenza in corso.

erg

Le linee oblique rosse rappresentano i livelli di Running Bisector; le linee orizzontali i livelli de La Nuova Legge della Vibrazione. Sulla sinistra è mostrato il volume per ciascun livello di prezzo. Il pannello intermedio riporta il segnale di BottomHunter. Il minimo sul time frame considerato è segnato quando è uguale a 1. Il pannello dei volumi mostra il volume scambiato per ciascuna barra confrontato con una media mobile esponenziale zero lag a 20 periodi. Nel pannello inferiore è mostrato lo Swing Indicator che mostra i segnali al rialzo e al ribasso sullo strumento in questione.

Time frame mensile

La tendenza in corso è rialzista e al momento non s’intravedono nubi all’orizzonte con le quotazioni che puntano agli obiettivi indicati in figura. Solo chiusure mensili inferiori a 20 euro farebbero invertire anche la tendenza di lungo periodo.

erg

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te