Esiste un limite di domanda per i permessi Legge 104?

Sull’applicazione dei permessi Legge 104 ci sono tanti dubbi da parte dei lavoratori aventi diritto e sulla possibilità di presentare più domande al datore di lavoro. Quindi, in molti chiedono agli Esperti di ProiezionidiBorsa se esiste un limite di domanda per i permessi Legge 104. Inoltre, viene richiesto anche quale priorità è considerata nel caso siano più lavoratori a farne richiesta. Per rispondere a questa domanda rispolveriamo la normativa analizzando nel dettaglio gli obblighi del datore di lavoro.

L’interpello del Ministero del Lavoro

I permessi Legge 104 sono un diritto del lavoratore tutelato dalla normativa. Pertanto, non esiste nessun limite che può ostacolare la fruizione da parte del lavoratore che ne ha diritto. Inoltre, non deve essere chiesta nessuna informazione o giustificativo per le ore o giorni di permesso di utilizzo da parte del lavoratore con invalidità o per assistere un familiare in situazione di handicap grave.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Oil Free Fryer, la vera friggitrice ad aria

Scopri il prezzo lancio

Friggitrice Fryer

La questione sulla disciplina dei permessi Legge 104, quando siano più lavoratori a farne richiesta, è stata evidenziata in un interpello del Ministero del Lavoro n. 31 del 6 luglio 2010. L’interpello risponde al quesito posto dall’Associazione Nazionale Cooperative di Consumatori, evidenziando come il datore di lavoro può effettuare una programmazione dei permessi.

Esiste un limite di domanda per i permessi Legge 104?

Quindi, non esiste un limite di domanda dei permessi Legge 104, ma esiste una programmazione a cadenza settimanale o mensile, secondo regole precise da rispettare. Nello specifico:

a) il lavoratore che assiste il familiare con disabilità deve essere in grado di individuare in modo preventivo le giornate di assenza;

b) la programmazione non deve compromettere il diritto della persona in situazione di handicap grave ad un’assistenza effettiva;

c) la programmazione deve seguire criteri di base condivisi con i lavoratori e con le rappresentanze sindacali.

Il Ministero del Lavoro, nell’interpello chiarisce che le esigenze di assistenza sono improcrastinabili. Inoltre tutelano il familiare con disabilità e non possono prevalere sulle esigenze imprenditoriali.

La programmazione dei permessi Legge 104 è presente in alcuni contratti della Pubblica Amministrazione, e prevede che il lavoratore dipendente si attenga ad una programmazione mensile. Solo in caso di urgenza, dovrà presentare una comunicazione di assenza delle 24 ore precedenti il permesso e non oltre l’orario di lavoro del giorno stesso.

Consigliati per te