Ecco svelati 2 consigli utilissimi da seguire su come trapiantare le piantine nell’orto

Con l’avvento della primavera è ormai giunto il tempo di riflettere su quali possono essere le tipologie di verdure da piantare. I due mesi dell’anno più vocati, per quanto riguarda il trapianto delle piantine, sono aprile e maggio.

È buona cosa, dunque, correre ai ripari e cercare di attuare, il meglio possibile, alcune precise regole agronomiche. Per ottenere risultati degni delle iniziali aspettative, ecco svelati 2 consigli utilissimi da seguire su come trapiantare le piantine nell’orto.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
XW 6.0, lo smartwatch di ultima generazione ad un prezzo incredibile.

SCOPRI DI PIU’

Smartwatch

Permettere alla piantina di attecchire al meglio, senza troppo stress

Lo sbaglio commesso dalla maggior parte delle persone è quello di considerare semplice la fase del trapianto. In realtà non è così facile fare in modo che tutto vada per il meglio.

Le variabili che possono decretare la fine certa di ogni piantina, sono moltissime. Per rendere il più possibile tenero il substrato in cui mettere a dimora le piantine, occorre praticare ripetute lavorazioni.

Maggiore è la sofficità del terreno, migliori sono le possibilità che le piantine attecchiscano al meglio. Una indicazione da seguire, quasi sempre, è quella di cercare di compattare il terreno il meno possibile.

Così facendo si consentirà al terreno di avere un buon rapporto fra la fase solida e la fase gassosa del terreno, senza compromettere quest’ultima. Avere una buona ossigenazione del terreno permette alla maggior parte dei batteri aerobi, di espletare normalmente il loro ciclo vitale e di donare maggiore vigore alle colture.

Prestare molta attenzione quando ci si reca in un vivaio

La quasi totalità delle piantine vengono acquistate in centri specializzati, i vivai. Non bisogna mai dimenticare quanto la buona riuscita di un trapianto dipenda dalla qualità delle piantine acquistate. Farsi consigliare dall’addetto vendita a volte non è sufficiente. In queste occasioni la preparazione e lo spirito di osservazione, sono essenziali.

Le piantine migliori fanno gola a tutti, per questo bisogna affrettarsi per avere il diritto di prelazione sugli esemplari più robusti e sani. La condizione estetica delle piantine, può dire tutto o quasi. Migliori sono l’aspetto del fusto e delle foglie, migliori saranno le probabilità di successo.

Occorre prestare attenzione anche al colorito delle radici. Essere in presenza di radici verdognole, folte e robuste è un buon segno. Qualora, invece, quest’ultime avessero assunto un colorito, tendente al marrone, bisogna scartare a priori l’acquisto.

Ecco svelati 2 consigli utilissimi da seguire su come trapiantare le piantine nell’orto. Buon lavoro!

Approfondimento

In pochi conoscono questo concime naturale utilissimo per rendere fertile e produttivo qualunque terreno

Consigliati per te