Ecco rivelato che il consumo di questo alimento quotidiano non aumenta il colesterolo

Per avere uno stile di vita sano e prevenire problemi di salute che possono diventare anche gravi è bene adottare una dieta a basso contenuto di colesterolo. Il colesterolo è una sostanza che fa parte della categoria dei grassi. È necessario per produrre alcuni ormoni come il testosterone, l’estrogeno e il cortisolo. Il colesterolo può diventare un fattore di rischio se si hanno determinate abitudini o patologie: fumo e sedentarietà, obesità, predisposizione familiare a infarti e ictus, diabete o ipertensione arteriosa. In questi casi è ancora più importante seguire una dieta povera di colesterolo per prevenire l’insorgere di patologie anche gravi.

Ecco rivelato che il consumo di questo alimento quotidiano non aumenta il colesterolo

Sin dagli anni 70, grazie anche alle raccomandazioni della American Heart Association, si era diffusa la convinzione che le uova andassero consumate con moderazione. Dato il loro alto livello di colesterolo, infatti, si pensava che esse fossero tra le dirette responsabili dell’aumento del colesterolo nel sangue. Si credeva, infatti, che per mantenere livelli di colesterolo adeguati si potessero mangiare al massimo 2 uova alla settimana. Ma fortunatamente non è così.

Un recente studio ha evidenziato come non vi sia alcuna correlazione tra il consumo di uova e l’aumento di colesterolo. Sempre lo stesso studio ha evidenziato come il consumo di uova in una popolazione sana non aumenti il rischio di malattie dell’apparato cardiocircolatorio. Il consumo di questo alimento, dunque, è da tenere sotto controllo solo per persone a rischio o per persone che stanno seguendo una dieta per abbassare il livello di colesterolo nel sangue. Il numero ideale di uova da consumare in una settimana secondo questi studi è 6. Un uovo di 50 grammi, infatti, contiene 186 mg di colesterolo, che corrispondono al 62% della dose giornaliera raccomandata. Altri recenti studi hanno dimostrato come il rischio cardiovascolare non aumenti nemmeno con pazienti affetti da diabete di tipo 2.

Ecco rivelato che il consumo di questo alimento quotidiano non aumenta il colesterolo.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te