Ecco quando è dovuta la tassa di successione e quanto spetterà dei soldi sul conto corrente del defunto alla vedova e ai 2 figli  

Il tema della successione ereditaria è particolarmente complesso e delicato. Oltre a dover affrontare il dolore della perdita di una persona cara, purtroppo, è necessario sbrigare anche alcune pratiche amministrative.

Dall’organizzazione del funerale all’individuazione di un eventuale testamento fino dalla rinuncia all’accettazione dell’eredità e così via.

Prestiti 2022

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 5051 - 6566+

Clicca sull'età

Prestiti 2022

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 50

51 - 65

66+

Clicca sull'età

Tutto questo, spesso, si traduce nel dover gestire problemi non solo burocratici ma anche fiscali, tributari e legali.

Per cui professionalità e competenza sono due componenti fondamentali per seguire le diverse fasi della successione.

I Consulenti di ProiezionidiBorsa hanno redatto una mini guida su cosa fare quando muore un genitore o una persona cara.

Quest’oggi, partendo da un esempio pratico, cercheremo di capire insieme agli Esperti di Diritto e Fisco, quanti soldi del conto corrente spettano agli eredi diretti del defunto.

Ecco quando è dovuta la tassa di successione e quanto spetterà dei soldi sul conto corrente del defunto alla vedova e ai 2 figli

Secondo i dati pubblicati dall’Ufficio centrale degli Archivi Notarili, nel 2018 solo il 12,26% degli italiani ha deciso di redigere un testamento.

In Italia, si continua ad essere piuttosto diffidenti nei confronti di questo strumento a differenza di quanto accade in altri Paesi.

Ad esempio, ai francesi e belgi piace particolarmente il testamento anche perché è utile per evitare dissidi tra eredi.

Quindi, partendo dal presupposto che alla maggior parte degli italiani non piace lasciare per iscritto le proprie volontà, vediamo cosa può succedere.

Immaginiamo che alla morte del coniuge, concorrano all’eredità,  la moglie e i 2 figli ossia gli eredi diretti.

Nel caso in esame, non vi è comunione tra i coniugi ed il conto corrente intestato al coniuge defunto, presenta un saldo di 100.000,00 euro.

In questo caso, ai sensi dell’art. 581 c.c. al coniuge superstite spetta 1/3 del patrimonio, mentre ai 2 figli i 2/3 in parti uguali.

Per cui su 100.000,00 euro al coniuge spetta il 33,33% del patrimonio pari ad euro 33.333,00. Ai 2 figli il 66,67% del patrimonio pari ad euro 66.667,00 che corrispondono ad euro 33.333,00 ciascuno.

Ed ecco quando è dovuta la tassa di successione. Nel caso di specie, essendo gli eredi diretti ed il patrimonio ereditato inferiore al milione di euro, nessuna tassa sarà dovuta.

Approfondimento

Il coniuge  che eredita la casa familiare e 25 mila euro sul conto corrente del defunto deve presentare la dichiarazione di successione?

 

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te