Ecco perché basta veramente poco per avere piante e gerani sani e rigogliosi

Nell’ultimo anno le piante sono entrate silenziosamente nella nostra vita e nelle nostre case.

Con una semplicità disarmante sono in grado di abbellire giardini, terrazze ma anche gli interni delle abitazioni.

Anche un piccolo monolocale di città può trasformarsi in un posto accogliente con la pianta giusta.

Quando si sceglie di portare a casa una pianta, però, sarà necessario anche occuparsi dell’acquisto dei vasi.

Scegliere il vaso giusto, infatti, è alla base della crescita sana e rigogliosa delle nostre amiche verdi. Orientarsi tra materiali, forme e dimensioni non è sempre agevole.

Per questo motivo si andrà a spiegare al Lettore come scegliere il vaso più giusto per la pianta da mettere a dimora.

Il vaso corretto, infatti, sarà ottimo per accompagnarne la crescita. Ecco i fattori non trascurabili a cui prestare particolarmente attenzione quando si decide di scegliere un vaso.

Materiale

Nel passato, i vasi più utilizzati erano in terracotta. Si tratta di un materiale perfetto per la crescita della pianta dal momento che lascia respirare radici e terra. Sono vasi molto resistenti sia al caldo che al gelo e favoriscono l’evaporazione dell’eccesso idrico. Ottimi per piante che necessitano di una buona aerazione.

Oggi, frequentemente, questi vasi sono sostituiti da quelli in plastica molto più leggeri e maneggevoli. Il problema dei vasi in plastica è che limiteranno molto la respirazione delle radici.

Ecco perché basta veramente poco per avere piante e gerani sani e rigogliosi

Un altro elemento, spesso trascurato, nella scelta del vaso è legato alle dimensioni. Infatti, un vaso troppo piccolo rischia di non riuscire a soddisfare le esigenze della pianta. Al contrario, un contenitore troppo grande per una pianta di piccole dimensioni favorirà il crearsi di ristagni di acqua. Inoltre, attenzione anche alla profondità che non dovrebbe mai essere inferiore ai trenta centimetri. Nel caso di arbusti molto grandi con un ampio sviluppo radicale si consiglia l’utilizzo di un vaso profondo almeno sessanta centimetri.

Un esempio: i gerani vogliono un vaso di diametro di venti centimetri. Questo per favorire la crescita delle radici. Tuttavia si sconsiglia di utilizzare contenitori di dimensioni maggiori che potrebbero provocare una crescita eccessiva del fogliame a discapito dei fiori.

Forma

Questo fattore è prettamente estetico. Infatti, solitamente, la forma non influisce sulla crescita della pianta. Le forme più diffuse sono quelle rettangolari, tonde o a ciotola, si sceglierà a seconda dello spazio a disposizione.

I vasi rettangolari sono perfetti se non si ha abbastanza spazio a disposizione. Al contrario quelli tondi occuperanno più spazio ma saranno anche più belli esteticamente.

Drenaggio

L’ultimo fattore ma, forse, il più importante riguarda il drenaggio. Un vaso che si rispetti, infatti avrà sul fondo più fori di drenaggio capaci di scolare l’acqua in eccesso.

Nel caso in cui non ci fossero fori o se ce ne fosse uno solo si consiglia di realizzarli utilizzando un trapano.

Senza questo elemento, infatti, l’acqua non riuscirà a scolare e la pianta morirà in poco tempo.

Ecco perché basta veramente poco per avere piante e gerani sani e rigogliosi.

Per scoprire come curare le ortensie in estate si consiglia questa lettura.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te