Ecco il miglior pesce ricco di Omega 3 per migliorare problemi respiratori e asma

Durante l’ultimo anno e mezzo siamo stati costretti a confrontarci con la pandemia di SARS-CoV-2. Come riferito dall’acronimo, severa sindrome respiratoria acuta, si tratta di un virus che attacca soprattutto le vie respiratorie, ma che ha delle importanti ricadute anche su altri organi. Proprio a causa dell’interessamento del sistema respiratorio, una grande attenzione è stata riservata a persone asmatiche o con allergia. L’asma si cura con farmaci prescritti dal proprio medico di famiglia, soprattutto broncodilatatori e corticosteroidi. Ci sono però anche delle importanti indicazioni sulla dieta e sulla capacità di modulare la severità della malattia. Ecco, per esempio, il miglior pesce ricco di Omega 3 per migliorare problemi respiratori e asma.

Il legame tra asma e dieta

L’asma è una malattia polmonare molto diffusa. Chi ha l’asma può avere un respiro sibilante, difficoltà della respirazione e mancanza di respiro, causato da stimoli diversi. Vengono distinti cinque livelli di asma in base alla gravità (il livello 5 rappresenta l’asma severa). L’asma allergica comporta un’infiammazione cronica dei polmoni e l’aumento della sua diagnosi è potenzialmente associato all’aumento del consumo globale di alimenti ascrivibili alla dieta occidentale. C’è un crescente interesse per il legame tra dieta e sintomi dell’asma, con prove crescenti di un importante ruolo di modulazione per i lipidi alimentari.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina Fit, l'integratore naturale che ti fa perdere peso velocemente

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Ecco il miglior pesce ricco di Omega 3 per migliorare problemi respiratori e asma

Secondo uno studio pubblicato di recente, (Adams S et al., 2019) agendo sulla dieta si possono migliorare i sintomi degli asmatici. Nell’asma i lipidi svolgono un ruolo chiave nel processo infiammatorio. In particolare, gli acidi grassi Omega 3 tendono a migliorare l’asma, facendo diminuire la reattività dei bronchi. Gli acidi grassi Omega 6, invece, sembrerebbero avere un ruolo opposto, aumentando il rischio di reazione avversa. Sia gli Omega 3 sia gli omega 6 non sono sintetizzati dall’organismo e devono perciò essere introdotti con la dieta.

Ecco perché, se abbiamo problemi di respiratori, forti allergie o asma, dovremmo preferire cibi ricchi in Omega 3. Dovremmo per esempio mangiare molto pesce azzurro, olio di pesce e utilizzare olio di oliva per la sua azione antiinfiammatoria.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te