Ecco cosa seminare nell’orto a maggio oltre a pomodori e peperoni per un’estate ricca di frutti gustosi e ortaggi colorati

Il mese di maggio è ormai cominciato da qualche giorno. Siamo nel pieno della primavera e il problema delle tanto temute gelate dovrebbe ormai essere superato in tutt’Italia. I giardinieri conoscono bene il calendario di orti e giardini. Le scadenze indicate vanno rispettate in maniera precisa e puntuale. Ogni mese, infatti, è particolarmente indicato per l’esecuzione di specifici lavori. Senza poi dimenticare l’importanza degli influssi lunari.

In primavera si tende a pensare più che altro ai fiori. Chi non ha il “pollice verde” potrebbe prendere in considerazione questa pianta facile da curare ma che regala spettacolari fioriture a cascata. In questo periodo, grande attenzione viene data anche alle erbe aromatiche. A tal proposito, ecco, ad esempio, degli utili consigli per la cura e la coltivazione del prezzemolo. In questo articolo ci occuperemo più nello specifico dell’orto. Questo periodo dell’anno è ideale per piantare ortaggi da raccogliere in piena estate. Via libera quindi a pomodori, peperoni, melanzane e zucchine. Ma c’è molto altro ancora.

Ecco cosa seminare nell’orto a maggio oltre a pomodori e peperoni per un’estate ricca di frutti gustosi e ortaggi colorati

Il mese di maggio è particolarmente indicato per la semina delle verdure da taglio come:

  • lattuga;
  • cicoria;
  • biete;
  • radicchio;
  • cavolo nero;
  • rabarbaro.

In fase di Luna calante, si dovrebbero seminare i seguenti ortaggi:

  • broccoli;
  • cavolfiore;
  • cavolini di Bruxelles;
  • carote;
  • ravanelli;
  • porro;
  • barbabietole;
  • sedano;
  • cetrioli;
  • fagiolini;
  • fagioli;
  • piselli.

Per chi le ama, questo è il periodo giusto anche per alcune erbe aromatiche. Sono ideali per insaporire pietanze e per preparare tisane e decotti. In particolare, maggio è il mese indicato per:

  • aneto;
  • finocchietto selvatico;
  • ortica;
  • malva;
  • tarassaco;
  • calendula;
  • menta;
  • rosmarino.

Consigli utili per preparare il terreno prima di procedere con il trapianto

E così, ecco cosa seminare nell’orto a maggio. Ad ogni modo, è importante ricordare che, prima di procedere, il terreno va preparato bene. Solo con una buona base potremo ottenere ricchi raccolti e avere prodotti che ci regaleranno grandi soddisfazioni. Pertanto, prima di procedere col trapianto delle piantine da orto, bisogna lavorare il terreno.

Vangare e zappare bene in modo tale da eliminare eventuali radici di erbacce. A questo punto, preparare una buchetta dove sistemare la piantina, ancora nel suo pane di terra, e poi chiudere comprimendo un po’ il suolo. Infine, fare sempre attenzione a mantenere la giusta distanza tra una coltura e l’altra. Poiché il clima comincia a farsi caldo, dopo il trapianto, annaffiare con regolarità senza aspettare che il terreno si asciughi.

Lettura consigliata

Per una pianta di olivo sana, rigogliosa e carica di frutti basterebbe conoscere questi 3 consigli degli esperti vivaisti

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te