Ecco cosa fare se le radici delle orchidee escono dal vaso e hanno un colore bianco o marrone

Le orchidee sono fiori meravigliosi e dalle mille sfaccettature. Fiori bianchi, rosa, gialli o di tonalità mista si ritrovano ad essere protagonisti di alcune stanze della casa, per abbellirle e arredarle.

Quello che bisogna sapere è che è un fiore tanto bello quanto difficile da mantenere. Infatti, a seconda del posto in cui l’orchidea viene posizionata comunicherà attraverso le sue radici.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
XW 6.0, lo smartwatch di ultima generazione ad un prezzo incredibile.

SCOPRI DI PIU’

Smartwatch

Ecco cosa fare se le radici delle orchidee escono dal vaso e hanno un colore bianco o marrone.

Le regole basilari per una bella fioritura

Per avere una o più orchidee sane in casa si deve fare attenzione ad una serie di cose. Innanzitutto, bisogna conoscere la specie di appartenenza della propria orchidea. Questo perché ci sono alcune piccole differenze relative soprattutto alla luce. Alcune avranno bisogno della luce diretta del sole, altre invece no.

Un’altra cosa da non sottovalutare riguarda il luogo in cui posizioniamo l’orchidea. Una volta scelto, dovrà rimanere lo stesso per tutta la vita dell’orchidea. Possiamo definirla una pianta abitudinaria: disposta sul mobile della veranda o all’angolo della cucina è lì che dovrà sempre stare.

Ogni volta che si acquista un’orchidea, il suo vaso è trasparente con alcuni fori sul fondo. Nonostante esso non sia bello da vedere ha una propria funzionalità. Infatti, questa pianta ha bisogno che le sue radici ricevano sempre la luce. Un errore da non compiere è quello di introdurla in un vaso colorato. Questa azione sarà l’inizio della fine della vita dell’orchidea. Per evitare che l’acqua scivoli dal fondo si può sempre optare per un vaso trasparente.

Cosa fare per avere un’orchidea sana

L’orchidea va innaffiata una volta a settimana tramite una procedura ben definita: bisogna farle il bagnetto.

Non bisogna innaffiarla regolarmente: basta metterla a mollo una volta a settimana per venti minuti. Le radici assorbiranno l’acqua di cui necessita la pianta e che servirà da nutrimento per la settimana.

Le radici dell’orchidea sono aeree: si sviluppano verso l’alto perché cercano costantemente la luce del sole. Questo non è un problema o indice della malattia della pianta. A patto e condizione che le radici siano di colore verde.

Nel caso in cui le radici siano argentee significa che è il momento di innaffiare.

Se sono bianche questo è dovuto al tipo di acqua con cui si innaffia. L’acqua del rubinetto contiene calcare e sali che si accumulano nel terreno e bloccano il flusso d’aria alle radici. In questo caso sarà utile innaffiarla con un’acqua depurata o naturale.

Se invece le radici sono marroni i motivi potrebbero essere vari. Il primo consiste nella putrefazione delle radici. Il secondo, più auspicabile, indica che la pianta non riceve abbastanza luce naturale necessaria per la sua fotosintesi. Oppure riceve troppa umidità e aria fredda per la posizione scelta: in questo caso è ora di cambiare location.

Ecco cosa fare se le radici delle orchidee escono dal vaso e hanno un colore bianco o marrone.

Consigliati per te