Ecco come pulire e sanificare i filtri del condizionatore in maniera corretta senza sprecare aceto e sapone di Marsiglia

Il condizionatore, come riportano alcuni studi, è un elettrodomestico essenziale per garantire un certo benessere termico all’interno di case, uffici e così via. Nonostante il notevole dispendio di energia, l’aria condizionata migliorerebbe la temperatura, la ventilazione e l’umidità degli ambienti, riducendo i rischi per la salute di anziani, neonati e persone fragili.

Tuttavia, per garantire il pieno funzionamento di questo elettrodomestico è necessaria una manutenzione attenta. Infatti, si consiglia innanzitutto di pulire periodicamente i filtri, che sono essenziali per ridurre il livello di microbi e polveri negli ambienti. La loro azione porta particolari benefici soprattutto per quei soggetti che soffrono di allergie o asma. E, inoltre, se puliti periodicamente, aumentano l’efficienza del condizionatore, diminuendo i costi di funzionamento e manutenzione. Nelle prossime righe, vedremo tutti i passaggi necessari per sanificare nella maniera corretta i filtri del condizionatore, evitando di usare prodotti inutili.

Ecco come pulire e sanificare i filtri del condizionatore in maniera corretta senza sprecare aceto e sapone di Marsiglia

Per pulire i filtri del condizionatore, molti ad esempio utilizzano l’aceto, o il sapone di Marsiglia, pensando addirittura di igienizzarli. In realtà, però, questi prodotti, benché possano servire altrove, sono praticamente inutili per questo scopo. Infatti, essi non godono delle proprietà chimiche adatte per sanificare le superfici, né tantomeno i filtri.

Per farlo nella maniera più corretta, invece, bisogna metterli in ammollo in una soluzione di acqua e carbonato di sodio. Questo prodotto, infatti, è molto efficace nelle pulizie ed è anche un portento se utilizzato per sbiancare le fughe nere dei pavimenti. Per preparare questa soluzione, sarà sufficiente aggiungere 40 g di carbonato di sodio (due cucchiai) in ogni litro di acqua del rubinetto.

Dopo un paio di ore, facciamo sgocciolare i filtri, senza risciacquarli, e immergiamoli nuovamente in una bacinella con acqua ossigenata. Trascorsa circa un’ora, possiamo a questo punto predisporre i filtri in un luogo soleggiato affinché possano asciugarsi bene. Quindi, ecco come pulire e sanificare i filtri del condizionatore e garantire un’ambiente salubre in casa.
Questi processi, andrebbero ripetuti almeno ogni 3 mesi, se utilizziamo il condizionatore per tutto l’anno. Altrimenti, se lo utilizziamo soltanto d’estate, per generare aria fresca, basterà sanificarlo prima e dopo la stagione.

Lettura consigliata

Condizionatori e ventilatori potrebbero far male non solo al portafoglio, ma anche alla salute se utilizzati in questo modo

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te