Ecco come far crescere un’edera rigogliosa anche in appartamento

Per chi l’ha sempre desiderata ma ha sempre pensato di non avere spazio, ecco come far crescere un’edera rigogliosa anche in appartamento.

Storia e caratteristiche di una pianta spontanea

Membra della famiglia delle araliaceae, l’edera è una pianta rampicante che nasce spontanea praticamente in ogni angolo del nostro Paese. Ne esistono molte varietà (per un occhio inesperto difficili da distinguere), tutte accomunate da caratteristiche peculiari. Su tutte, il fatto di avere delle radici avventizie in grado di attecchire e arrampicarsi su praticamente ogni tipo di superficie. Inoltre, ogni edera fiorisce, solitamente, dopo il decimo anno di vita e produce bacche scure e non edibili.

Proprio per la sua invasività e la facilità con cui prolifera, l’edera è considerata a volte una pianta infestante. Ma se curata, se gestita nel modo appropriato, una parete d’edera può diventare un vero e proprio capolavoro, cambiando l’intera percezione di una casa.

Viene da sé che molti amanti del giardino ne sono innamorati. Ma non serve per forza un giardino o un casale in campagna per avere un’edera rigogliosa. Vediamo come.

Ecco come far crescere un’edera rigogliosa anche in appartamento

Ecco come far crescere un’edera rigogliosa anche in appartamento: basta scegliere lo spazio giusto e seguire i consigli di chi ha il pollice verde.

In primis, bisogna sapere che l’edera ha bisogno di un clima mediterraneo (la temperatura ottimale è intorno ai 20 gradi). Non posizioniamola in un angolo su cui i raggi del sole battono troppo diretti. Prediligiamo un ambiente fresco, benché illuminato. Infine, è bene badare a un corretto drenaggio dell’acqua mescolando dell’argilla al terriccio.

Detto questo, non dobbiamo far altro che piantare l’edera in un vaso del diametro minimo di 30 centimetri. Se non desideriamo cresca troppo, possiamo potare le gemme apicali.

Ora, posizioniamo il vaso dove più ci piace. Consideriamo che l’edera ha bisogno di uno sviluppo verticale. Quindi, se non abbiamo un sostegno, creiamolo con degli appositi pali infilati nel terriccio. In alternativa, possiamo posizionare i vasi su delle mensole e far traboccare l’edera dall’alto. Il risultato è tanto insolito quanto suggestivo.

Approfondimento

Per altri consigli da pollice verde, cliccare qui.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te