Ecco come bisogna fare se si vuole presentare domanda di pensione di vecchiaia all’INPS da soli

Con l’approssimarsi dei 67 anni si comincia a pensare seriamente alla domanda di pensione. Che va presentata prima del sessantasettesimo compleanno. Il diritto alla pensione, infatti, si ha dal primo giorno del mese successivo a quello di raggiungimento dei requisiti. Ma solo se la domanda di pensione è stata presentata prima. Solitamente la tempistica di presentazione è circa 3 mesi prima della decorrenza del trattamento. Anche se solitamente ci si affida all’ausilio di un patronato, ecco come bisogna fare se si vuole fare da soli nella presentazione.

Indice dei contenuti

Prestiti 2022

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 5051 - 6566+

Clicca sull'età

Prestiti 2022

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 50

51 - 65

66+

Clicca sull'età

Domanda: come si presenta?

La domanda di pensione può essere inoltrata online, in autonomia, utilizzando il sito dell’INPS con le credenziali di accesso (SPID, CNS o CIE). Si può scegliere, poi, di rivolgersi ad un ente di patronato o di farsi guidare dal call center dell’INPS.

Sul sito dell’INPS sono disponibili due pagine per accedere al servizio che permette di presentare domanda di pensione:

  • una per i lavoratori del settore privato;
  • una per i lavoratori del settore pubblico.

In entrambi i casi la pagina del servizio che si raggiunge è la stessa  sulla quale bisogna cliccare su “Accedi al servizio”.  A questo punto si viene reindirizzati alla pagina “Domanda di Prestazioni pensionistiche: Pensione, Ricostruzione, Ratei maturati e non riscossi”.

Ecco come bisogna fare se si vuole presentare domanda di pensione di vecchiaia all’INPS da soli

La prima pagina che compare tra quelle da compilare è quella riferita ai dati anagrafici. Una volta inseriti tutti i propri dati, si aprirà la seconda pagina da compilare “Dati Prodotto” da compilare come segue:

a) in Gruppo va inserito “Anticipata/Anzianità/Vecchiaia”;

b) in Prodotto sceglieremo “Pensione di Vecchiaia”;

c) in Tipo andrà scelto “Ordinaria”;

d) in Tipologia scegliere “Nessuna”;

e) in Gestione andrà inserita la gestione di appartenenze;

f) in Fondo inseriremo “FPLD” che è il fondo dei lavoratori dipendenti del settore privato (in caso di appartenenze ad altro fondo, ovviamente, si sceglierà quello di appartenenza).

Ultimi passaggi

A questo punto bisogna cliccare su “Prosegui” e saremo riportati su una pagina riepilogativa dei dati inseriti. In cui dovrà essere scelta la data di decorrenza presunta della pensione che come abbiamo scritto prima è il primo giorno del mese successivo a quello di maturazione dei requisiti. Nella pagina successiva è necessario spuntare delle dichiarazioni e ognuno sceglierà quelle più pertinenti.  Nelle dichiarazioni aggiuntive, poi, si potrà spuntare la casella riferita a:

  • periodi di riscatto;
  • eventuali versamenti volontari;
  • riconoscimento di contributi figurativi;
  • eventuale richiesta di accredito del periodo del servizio militare, della maggiorazione contributiva invalidi, della maggiorazione per esposizione all’amianto.

Cliccando su “Salva e prosegui” si sarà indirizzati nella pagina dei “Redditi” che non è obbligatorio compilare per la pensione di vecchiaia.  La pagina successiva, invece, è dedicata alla modalità di pagamento i n cui è possibile scegliere tra:

  • banca;
  • posta;
  • estero.

Nella sezione precedente andranno allegati tutti i documenti per le dichiarazioni prestate.  Cliccando su “Salva e Prosegui” si giunge all’ultima pagina da compilare. In questa sezione si autorizza l’INPS al trattamento dei dati personali. Nella stessa pagina bisogna anche cliccare a fianco della voce “Detrazioni” per compilare l’intera procedura che darà diritto alle stesse. Fatto questo sarà possibile scegliere “Invia Domanda”.

Approfondimento

Esistono 3 tipi di pensione di vecchiaia INPS con requisiti diversi dai 67 ai 71 anni, ecco chi può accedere nel 2022

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te