Ecco come accedere alla pensione anticipata nel 2022 a partire da 58 anni o 32 anni di contributi

Abbiamo già visto quanti soldi in più riceverà dal 1° gennaio 2022 una pensione di 1.500 o 2.000 euro lorde mensili. Presentiamo invece in questa sede le novità che ha introdotto recentemente la Manovra sull’universo pensioni. In particolare ci concentreremo sule forme che consentono di uscire prima dal mondo del lavoro. Detta diversamente, ecco come accedere alla pensione anticipata nel 2022 a partire da 58 anni o 32 anni di contributi.

Il passaggio da Quota 100 a Quota 102

Dal 1° gennaio 2022 non è più possibile andare in pensione con Quota 100, ossia 38 anni di contributi e 62 anni di età. Solo per il 2022, invece, ci sarà Quota 102, vale a dire l’uscita dal mondo del lavoro con 64 anni di età e 38 di contributi.

Prestiti 2021

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 5051 - 6566+

Clicca sull'età

Prestiti 2021

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 50

51 - 65

66+

Clicca sull'età

Per il momento Quota 102 sarà una misura ponte in attesa della stesura della riforma strutturale della materia. A Quota 100 non si dovrebbe più ritornare ma si studiano forme “più morbide” rispetto all’uscita a 67 anni.

Opzione Donna

È stata invece prorogata di un anno Opzione Donna, che consente l’uscita anticipata alle donne lavoratrici. In questo caso i requisiti sono da rispettare sono: 35 anni di contributi e 58 o 59 anni anagrafici se si è, rispettivamente, lavoratici dipendenti o autonome. Ecco dunque illustrato il caso in cui è possibile andare in pensione anche a 58 anni di età.

Il vitalizio viene calcolato interamente secondo il sistema contributivo. Questo comporta un taglio di circa il 25-30% dell’importo del rateo mediamente percepito.

C’è anche APE sociale per accedere alla pensione anticipata nel 2022

Altre novità sono giunte anche sul fronte APE sociale, l’anticipo pensionistico a carico dello Stato ma erogato da INPS. In questo caso la misura si rivolge a disoccupati di lungo corso, a chi assiste familiari con disabilità e i lavoratori dei lavori c.d. gravosi.

Vediamo le novità su questo fronte. Anzitutto la misura è stata prorogata di un anno ed è stato eliminato il requisito dei 3 mesi dalla fine del godimento della NASPI. Inoltre sono state incluse altre 8 fasce di lavori usuranti che possono accedere alla misura. Al riguardo, abbiamo già illustrato quali sono le 23 fasce di lavoratori che possono accedere ad APE sociale.

Infine è stato portato da 36 a 32 anni il requisito minimo contributo previsto per ceramisti e lavoratori edili. Il limite anagrafico, invece, resta sempre fermo ai 63 anni.

In attesa del decreto MISE-MEF

La Legge di Bilancio ha aperto alla possibilità del pensionamento anticipato anche per i lavoratori delle PMI in crisi e con almeno 62 anni di età.

Tuttavia, su questo fronte bisognerà attendere la futura pubblicazione del decreto interministeriale MISE-MEF. Solo dopo, infatti, si conosceranno nel dettaglio tutti gli aspetti legati all’accesso a questa forma di pensione anticipata.

Ecco come accedere alla pensione anticipata nel 2022 a partire da 58 anni o 32 anni di contributi

Per quel che riguarda infine i lavoratori precoci, nessuna novità rispetto al 2021. Per andare in pensione con APE Sociale servono almeno 41 anni di contributi, a prescindere dall’età anagrafica. Inoltre almeno 12 mesi di contributi devono risultare versati prima dei 19 ani di età.

Approfondimento

Ecco i fortunati pensionati che nel 2022 riceveranno un aumento mensile della pensione di 73,83 euro.

Consigliati per te