blank

Ecco alcuni consigli per coltivare questo meraviglioso fiore estivo che dona allegria ed eleganza ai propri ambienti esterni

La peonia è un fiore originario dell’Oriente. Di solito viene chiamato la regina dei fiori e rappresenta un vero e proprio oggetto di culto. In antichità si pensava avesse delle virtù salvifiche e miracolose. Le peonie si dividono in due gruppi: erbacee e arbustive.

La parte aurea delle prime in inverno scompare, per rifiorire a primavera. Le seconde sono caratterizzate invece da fusti alti e legnosi sui quali spuntano foglie e fiori.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
XW 6.0, lo smartwatch di ultima generazione ad un prezzo incredibile.

SCOPRI DI PIU’

Smartwatch

Proprio per queste caratteristiche, le peonie, sono impiegate per abbellire aiuole o per essere coltivate singolarmente. Nel linguaggio dei fiori, le peonie simboleggiano timidezza. Per questo motivo è indicato come regalo, all’inizio di una frequentazione, per rompere il ghiaccio.

Ecco alcuni consigli per coltivare questo meraviglioso fiore estivo che dona allegria ed eleganza ai propri ambienti esterni.

I posti più indicati dove coltivare le peonie

Non è consigliabile la coltivazione in riva al mare. Questo fiore non sopporta il caldo afoso, il sole diretto e l’aria salmastra. Le Peonie, infatti, adorano il gelo. In Cina il loro paese d’origine, arrivano a tollerare temperature fino a 40° sotto lo zero. Per la fioritura necessitano appunto, di un certo periodo di esposizione al freddo invernale. Si consiglia di piantare le peonie in un punto focale: al centro di un’aiuola, ai due lati dell’ingresso di casa o al centro del proprio giardino.

Questi fiori possono essere piantati anche in macchie vegetative, l’unico criterio da rispettare è la distanza con le altre piante.

La distanza tra le varie piante deve essere almeno di 2 centimetri.

Le tempistiche per una buona fioritura sono molto lunghe, servono almeno 2-3 anni.

Come coltivarle

Annaffiatura: deve essere abbondante nei mesi che vanno da febbraio ad aprile e media e regolare nei mesi primaverili.

Se invece si tratta di peonie in vaso, spruzzare acqua tutte le sere sulle foglie, per mantenere una costante umidità. Potatura: eliminare i rami con i fiori sfioriti e ogni due anni e ogni 2 anni, tagliare i rami più vecchi.

Ecco alcuni consigli per coltivare questo meraviglioso fiore estivo che dona allegria ed eleganza ai propri ambienti esterni.

Consigliati per te