Ecco a che pensione si avrà diritto a 67 anni di età con soli 20 anni di contributi versati

Sono molti i lavoratori che s’interrogano su quale sarà l’importo della pensione che spetterà loro, al compimento dei 67 anni. Ed in molti, erroneamente, pensano che basti avere 20 anni di contributi per avere diritto ad un assegno che eguagli l’ultimo stipendio ma purtroppo non è così. Si deve partire dal presupposto che quasi mai la pensione avrà lo stesso importo dell’ultima retribuzione. E questo anche con molti anni di contributi versati. Ecco a che pensione si avrà diritto in vecchiaia se i contributi versati sono solo 20 anni.

Il calcolo con 20 anni di contributi

20 anni di contributi è il minimo che bisogna versare per avere diritto al trattamento di vecchiaia. Ma non sempre questo montante contributivo riesce a dare un importo superiore al trattamento minimo. Per stipendi medi di 1.500 euro al mese per 13 mensilità, bisogna pensare che l’impatto sulla pensione è di circa 30 euro al mese. Per ogni anno lavorato, quindi, s’incrementa la pensione spettante di 30 euro lordi.

Prestiti 2022

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 5051 - 6566+

Clicca sull'età

Prestiti 2022

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 50

51 - 65

66+

Clicca sull'età

Ovviamente, se lo stipendio è più alto l’incremento sarà maggiore e, quindi, ogni anno lavorato avrà un impatto più pesante sull’assegno pensionistico. Chi ha versato contributi per soli 20 anni è bene che non si aspetti una pensione troppo alta. Sono rari i casi in cui l’assegno raggiunge cifre interessanti con questi anni di versamenti, infatti.

Ecco a che pensione si avrà diritto a 67 anni di età con soli 20 anni di contributi versati

Facciamo qualche esempio di calcolo con stipendi differenti, ma sempre con 20 anni di versamenti. Per facilità di comprensione prenderemo in considerazione casi in cui tutti i contributi ricadono nel sistema contributivo. E non terremo conto dell’eventuale rivalutazione del montante contributivo. I nostri calcoli, in ogni caso, prendono in considerazione una carriera in cui la retribuzione sia stata sempre costante. Per eguagliarli nella singola situazione, quindi, e necessario fare una media delle retribuzioni della vita lavorativa.

Per stipendio medio di 1.500 euro si avrà:

  • montante contributivo annuo 6.435 euro;
  • per 20 anni di contributi montante contributivo pari a 128.700 euro;
  • moltiplicando per il coefficiente di trasformazione relativo ai 67 anni (5,575%) si avrà una pensione mensile di 551 euro circa.

Per uno stipendio medio di 1.600 euro, invece, i risultati sono i seguenti:

  • montante contributivo annuo 6.864 euro;
  • per 20 anni di contributi montante contributivo pari a 137.280euro;
  • moltiplicando per il coefficiente di trasformazione relativo ai 67 anni (5,575%) si avrà una pensione mensile di 588,72 euro circa.

Tabella esemplificativa

Stipendio medio lordo Montante contributivo annuo Montante contributivo per 20 anni Pensione annua Pensione mensile

lorda per 13 mensilità

1.500 euro 6.435 euro 128.700 euro 7.175 euro 551 euro
1.600 euro 6.864 euro 137.280 7.653 euro 588 euro
1.700 euro 7.293 euro 145.860 euro 8.131 euro 625 euro
1.800 euro 7.722 euro 154.440 euro 8.610 euro 662 euro
1.900 euro 8.151 euro 163.020 euro 9.088 euro 699 euro
2.000 euro 8.580 euro 171.600 euro 9.566 euro 735 euro

Approfondimento

Quale assegno di pensione spetta con uno stipendio di 1.200 euro a 60, 65 e 67 anni

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te