Ecco 3 modi per riutilizzare il riso, non solo per togliere l’umidità dalla casa

Il riso è sicuramente uno degli alimenti più presenti nella nostra cucina. Questo cereale è sicuramente protagonista di piatti e ricette estive. Questo grazie anche al fatto che è facilmente digeribile e leggero. Ciò lo fa preferire alla pasta, che spesso viene eliminata o ridotta nelle diete.

Il riso, però, non ha un solo utilizzo. Infatti, anche questo alimento può scadere e potremmo trovarci con delle scatole inutilizzate. Fortunatamente, ci sono molti usi alternativi. Ecco 3 modi per riutilizzare il riso e non solo per togliere l’umidità.

Scoprire quando è scaduto

Il riso bianco può avere una vita molto lunga. Infatti, possiamo conservarlo anche quattro anni. Dobbiamo prestare più attenzione al riso integrale e marrone, perché la sua durata non supera i 6 mesi.

Per riconoscere il riso andato a male, basta vedere se all’interno della confezione ci sono delle farfalline. In alcuni casi, il riso potrebbe essere oleoso e odorare di muffa.

In questi casi possiamo utilizzare il riso scaduto in diversi modi. Il primo è quello di usarlo per creare un deumidificatore fai da te. Prendiamo un barattolo di vetro, laviamolo e poi mettiamo del riso. Infine, mettiamo il nostro contenitore negli angoli dove ci sono muffe o dove l’umidità è più intensa.

Ogni due settimane sostituiamo il riso, in modo che faccia sempre il suo lavoro. Possiamo anche metterlo all’interno di alcuni sacchettini di tela e inserirlo negli armadi e nei cassetti. Soprattutto in zone dove l’aria circola poco.

Ecco 3 modi per riutilizzare il riso, non solo per togliere l’umidità dalla casa

Il riso può essere riutilizzato anche in altri modi in casa. Per esempio per pulire i contenitori, in particolare bottiglie e barattoli dalle forme complesse e dal collo stretto. Ci basterà versare all’interno del nostro contenitore una manciata di riso. Poi riempiamo con l’acqua calda e chiudendo l’apertura, agitiamolo. In questo modo potremmo eliminare lo sporco residuo anche in punti difficili.

Il riso, inoltre, toglie assorbe anche gli odori. Dopo aver pulito la nostra bottiglia o il nostro barattolo, mettiamo dentro del riso e lasciamo a riposo per un paio di giorni. In questo modo elimineremo tutti i cattivi odori lasciati dallo sporco.

Il riso come rimedio di bellezza naturale

Infine, il riso può essere riutilizzato per la nostra cura personale. Infatti, possiamo far bollire del riso e poi aggiungerla all’acqua della nostra vasca. Un bagno all’interno di quest’acqua può rendere la nostra pelle morbida come quella di un bambino.

L’acqua del riso contiene amido, un ottimo alleato per la nostra bellezza. Possiamo anche utilizzare un batuffolo di cotone all’interno di questo liquido e passarlo sul viso, in modo da ottenere una pelle morbida e liscia.

Lettura consigliata

Eliminiamo il cattivo odore all’interno dell’auto con 2 profumatori fai da te

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te