Tutti abbiamo zucchero, aglio e altri alimenti inaspettati che non buttiamo via ma che sono probabilmente scaduti e non dovremmo mangiare

Sappiamo bene che alcuni alimenti non vanno assolutamente mangiati dopo la data di scadenza. Latticini e uova sono i più comuni. Tuttavia ci sono altri cibi a cui dobbiamo prestare attenzione. Infatti, alcuni ingredienti inaspettati potrebbero non essere più commestibili. Questo perché, nonostante la scadenza molto lunga, potrebbero non essere stati conservati nella maniera corretta.

Generalmente aglio e zucchero di canna sono i più comuni, ma ci sono anche altri cibi che potrebbe non essere più utilizzabili in cucina.

Tutti abbiamo zucchero, aglio e altri alimenti inaspettati che non buttiamo via ma che sono probabilmente scaduti e non dovremmo mangiare

Partiamo dall’aglio, un condimento importante nella cucina mediterranea. Infatti, se conservato troppo a lungo potrebbe fare dei piccoli germogli. Usarlo non è pericoloso, ma non ha più la qualità e il gusto iniziale. Quindi è meglio buttarlo via o utilizzarlo per qualche rimedio naturale. L’aglio generalmente dura dai 3 ai 5 mesi se conservato all’interno di un contenitore e non a contatto con l’umidità.

Anche la farina integrale deve essere conservata nel modo corretto. Infatti, nonostante molti di noi la conservino in dispensa, sarebbe meglio metterla in frigo, dove può durare fino a 8 mesi. Non conservandola in un luogo fresco potrebbe irrancidire. Questo ne cambierà la qualità del cibo e il gusto.

L’olio d’oliva dovrebbe essere mantenuto in un luogo scuro e asciutto. Se per qualche motivo la bottiglia è aperta da più di un mese e non è conservata nel modo corretto, l’olio potrebbe cambiare gusto. E non è per niente piacevole.

Anche altri alimenti possono perdere le loro proprietà

Incredibilmente, anche lo zucchero di canna può perdere le sue qualità nel tempo. Se troppo a contatto con l’aria, si asciugherà e diventerà molto più duro. Conservarlo all’interno di un sacchetto di plastica richiudibile è il metodo migliore per farlo durare a lungo.

Infine, il tè dev’essere consumato entro un anno. Questo perché gli oli all’interno delle foglie invecchiano e cambieranno il sapore. La stessa cosa per i chicchi di caffè o per le cialde. In realtà, il consiglio è di consumare sia tè che caffè entro 1 mese.

Quindi, nonostante tutti abbiamo zucchero, aglio e altri alimenti con una scadenza molto lunga, dobbiamo stare molto attenti alla conservazione. Per fortuna, nel caso qualcosa sia scaduto ci sono molte idee per riciclare gli ingredienti.

In ogni caso dobbiamo stare attenti a non consumare cibi che hanno perso le loro proprietà. Questo sia per il cattivo gusto, sia per evitare problemi di digestione.

Lettura consigliata

Un gravissimo errore che potrebbe rovinare i gioielli, i bracciali e le collane in pietra dura, ma anche in corallo e le perle e non riguarda bicarbonato e aceto

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te