Ecco 2 concorsi per laureati e diplomati per lavorare a tempo indeterminato nell’Agenzia che risponde al Parlamento

Anche a luglio la Gazzetta Ufficiale (G.U.) offre concorsi pubblici molto interessanti da Nord a Sud del Paese. Per chi è in cerca di un lavoro pubblico si può dire che le occasioni abbondano durante tutto l’anno. Ovviamente fermo restando il possesso dei requisiti previsti di volta in volta e il superamento delle rispettive selezioni.

Sintetizziamo in questa sede i passaggi chiave dei due bandi indetti dall’AGCOM, l’Autorità per le Garanzia nelle Comunicazioni. Gli estratti dei testi ufficiali sono apparsi sulla G.U. n. 55 del 12 luglio e nel complesso si ricercano 18 profili.

Entriamo nel vivo, dunque, ecco 2 concorsi per laureati e diplomati per lavorare a tempo indeterminato.

I profili messi a bando dai 2 concorsi pubblici

Ricordiamo brevemente che l’AGCOM è un’Autorità indipendente a cui la Legge affida principalmente due compiti. Da un lato assicurare la corretta competizione degli operatori presenti sul mercato, dall’altro tutelare i diritti dei consumatori. Le 2 selezioni appena indette ricercano nel dettaglio le seguenti figure:

  • 8 funzionari, con formazione economica, nel ruolo della carriera direttiva, al livello della tabella stipendiale dei funzionari;
  • 10 impiegati per lo svolgimento di mansioni amministrative e di segreteria.

In entrambi i casi si prevedono delle riserve di posti (rispettivamente 2 e 3 posti) in favore del personale interno con almeno 36 medi di servizio.

Uno sguardo ai requisiti di partecipazione

Sintetizziamo i requisiti generici e specifici di accesso alle selezioni.

I primi sono trasversali ai vari profili e a attengono alla cittadinanza (salve le equiparazioni di Legge) e l’idoneità fisica all’impiego. I secondi attengono al titolo di studio e all’esperienza pregressa. In particolare si richiede:

  • il diploma quinquennale di scuola secondaria per il ruolo degli impiegati. Poi serve un’esperienza lavorativa qualificata e documentabile di 3 anni in ambito operativo in uffici pubblici, privati, studi professionali. Infine si richiede la conoscenza della lingua inglese e nell’uso degli strumenti informatici;
  • la laurea (magistrale o specialistica o del vecchio ordinamento) in Economia (voto non inferiore a 105/110) per il profilo dei funzionari. Parimenti si chiede un’esperienza almeno triennale in materie economiche e attinenti agli ambiti dell’Autorità. I commi della lettera d) dell’art. 2 del bando specificano il punto relativo all’esperienza pregressa.

Tra i requisiti di esclusione alle selezioni troviamo anzitutto l’esclusione dall’elettorato attivo. Poi il risultare licenziati o dispensati o allontanati da un precedente impiego pubblico o l’aver svolto attività incompatibili con le funzioni dell’Autorità. Parimenti portano all’esclusione dalle selezioni la presenza di problemi con la Giustizia che comportino l‘interdizione dai pubblici uffici.

Ecco 2 concorsi per laureati e diplomati per lavorare a tempo indeterminato nell’Agenzia che risponde al Parlamento

Le istanze vanno inoltrate solo online utilizzando le modalità informatiche disponibili sul portale dell’Autorità. Quanto ai termini, invece, essi sono fissati per il prossimo 11 agosto.

Entrambi i bandi prevedono che la Commissione esaminatrice disponga di 100 punti per ogni candidati. Di essi, 25 (massimo) andranno rispettivamente alla valutazione dei titoli, altrettanti alla prima e alla seconda prova scritta, infine 25 alla prova orale.

In chiusura invitiamo i Lettori interessati alle selezioni a prendere visione del bando di proprio interesse per tutti i dettagli del caso.

Lettura consigliata

Basta il diploma per svolgere questo lavoro molto ricercato e pagato anche più di 2.000 euro mensili.

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te