È stupefacente come da una semplice cialda da caffè si possa dare vita alle proprie piante

Se dovessimo calcolare quanti caffè beviamo in una settimana intera, probabilmente il risultato ci sconvolgerebbe. Per questo, se non si ha una moka, le cialde di caffè in dispensa sono all’ordine del giorno. Quel che bisogna sapere, però, è che non sono solamente utili per darci il caldo benvenuto mattutino con un buon espresso o per completare il rito del caffè dopo i pasti.

Ma sono anche eccezionali per chi ha il pollice verde. Sono infatti un sensazionale mezzo per far nascere delle succosissime piante da frutto in casa nostra.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
XW 6.0, lo smartwatch di ultima generazione ad un prezzo incredibile.

SCOPRI DI PIU’

Smartwatch

Ecco allora che la nostra Redazione ci confermerà perché è stupefacente come da una semplice cialda da caffè si possa dare vita alle proprie piante.

Cominciamo, ma solo dopo un caffè caldo

Prima di procedere, ecco due consigli. Innanzitutto, meglio scegliere delle cialde morbide e compostabili. Così si decomporranno in poco tempo a contatto con acqua e terriccio.

Consigliamo anche di utilizzarle solo dopo che avranno fatto il loro dovere. Ovvero dopo esserci bevuti il nostro buon caffè. Questo perché l’acqua rilasciata dalla macchinetta dentro la cialda renderà il terreno fertile per i nostri semi.

È stupefacente come da una semplice cialda da caffè si possa dare vita alle proprie piante

Ora ci procureremo i semi del frutto che vogliamo coltivare. Quando lo tagliamo, stiamo attenti a non inciderli col coltello, altrimenti saranno da buttare.

A questo punto prendiamo la cialda e la schiacciamo un po’ con le mani, per ammorbidirla. La tagliamo quindi delicatamente con un coltello affilato, facendo un’incisione a croce. Ora dovremmo solo prendere i semi con una pinzetta e posizionarli mezzo centimetro circa sotto il caffè. Usiamo un unico seme per cialda.

Spruzziamo quindi un po’ d’acqua sopra e chiudiamo tutto dentro un contenitore ermetico, come le classiche vaschette per conservare gli alimenti. Conserviamo il contenitore in un luogo ben illuminato, ma senza il contatto diretto con la luce solare.

E dopo pochi giorni ecco i primi germogli

Dopo circa una decina di giorni dovrebbero essersi formati i primi germogli. Se è così, trasferiamo la cialda all’interno di un piccolo vaso con della torba e ricopriamola con un altro po’ di terriccio. Quindi spruzziamo ancora un bel po’ d’acqua.

Teniamo la piantina sotto controllo, e noteremo come in poco tempo si svilupperà lasciandoci a bocca aperta. Questo è un procedimento adatto soprattutto per far nascere delle ottime mele o degli agrumi succosi.

Consigliati per te