È sorprendente l’efficacia di questa tecnica per vivere con 1.500 euro al mese senza stress e nel rispetto del budget familiare

L’avvio di un nuovo mese segna insieme una gioia e una sfida. La gioia perché da poco ci è stato accreditato un nuovo stipendio. Ma anche una bella sfida: come giungere al 31 di maggio senza debiti e senza stress? Anzi, magari anche con qualche euro messo da parte per le spese future o impreviste?

Le sfide di norma sono fatte per essere affrontate e magari vinte. Al riguardo, è sorprendente l’efficacia di questa tecnica per vivere con 1.500 euro al mese senza stress e nel rispetto del budget familiare.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
XW 6.0, lo smartwatch di ultima generazione ad un prezzo incredibile.

SCOPRI DI PIU’

Smartwatch

Il segreto sta nella programmazione

Per evitare di cadere vittime delle spese compulsive o di sbagliare nell’attribuire le giuste precedenze, la parola d’ordine è: programmazione. Vediamo allora come fare. Se volessimo seguire la famosa regola del 50-20-30 dovremo suddividere il nostro reddito in tre grandi voci di spesa.

La prima quota (quel 50%) rimanda alle spese fisse. Tradotto, 750 dei 1.500 euro dello stipendio vanno bloccati per le spese che già oggi 3 maggio sappiamo con certezza dovremo sostenere fino al 31 del mese.

A voler essere più elastici (anche per tenere conto delle tante possibili casistiche), possiamo già considerarci “privati” di una cifra compresa tra 650 e 850 euro.

Questi soldi serviranno per pagare fitto o mutuo e condominio, le utenze come luce, acqua e gas. Ma anche la spesa al supermercato e l’abbonamento a Internet e al cellulare, o ai mezzi di trasporto o al casello autostradale, etc.

L’ideale in questi casi sarebbe vivere in una casa di proprietà. In tal caso, infatti, potremmo farcela con 650 euro al mese. In questo modo una bella fetta delle spese fisse verrebbe meno, lasciando più risorse per tutto il resto.

È sorprendente l’efficacia di questa tecnica per vivere con 1.500 euro al mese senza stress e nel rispetto del budget familiare

Ora abbiamo tra le mani il restante 50% dello stipendio che dobbiamo scindere in altre due quote. Da un lato le spese variabili, a cui destineremo il 30% delle nostre mensili. Dall’altro i risparmi a cui confluirà il residuo 20%, qui al link diamo alcuni spunti in merito all’impiego del risparmio.

Nel capitolo delle spese variabili, facciamo rientrare il regalo di compleanno, la cena o il drink fuori con gli amici, il nuovo paio di scarpe. In pratica abbiamo 450 euro al mese (il 30% di 1.500), ossia 15 euro al giorno per tutto ciò che è “extra”.

Certo, è evidente che non sempre questa voce di spesa è sufficiente per coprire tutti costi. Gli “extra” hanno spesso il carattere della sistematicità, specie se con quello stipendio si vive in due o in tre. In quest’ultimo caso è molto difficile rientrare nei limiti. Lì quasi sempre si “attinge” alla componente risparmi, che quindi non vengono accumulati. Oppure la coppia deve pensare all’eventualità di un doppio stipendio o un lavoro extra.

Il risparmio per vivere per sempre senza stress

Infine abbiamo la voce del risparmio, il 20% circa del nostro stipendio (300 euro circa). Quest’ultima voce deve essere per noi una sorta di imperativo morale del bilancio familiare. Magari nel mese in cui abbiamo molte spese la riduciamo al 10% o al 5% nei casi limite, ma deve esserci sempre.

Come notiamo, è sorprendente l’efficacia di questa tecnica per vivere con 1.500 euro al mese senza stress e nel rispetto del budget familiare.

Ancora, il risparmio è la nostra ancora di salvezza nel momento della spesa urgente, inderogabile o imprevista e che va sostenuta senza se e senza ma. È al limite dell’incoscienza non risparmiare con sistematicità.

Anzi, con il tempo impareremo anche a far fruttare quei risparmi. Nel senso che passeremo a investirli per fare in modo che ci aiutino a generare delle entrate extra.

Nell’articolo di cui qui il link dimostriamo come in alcuni casi particolari sia possibile arrivare anche fino al 3% di interessi lordi.

Nulla da eccepire: è sorprendente l’efficacia di questa tecnica per vivere con 1.500 euro al mese senza stress e nel rispetto del budget familiare.

Consigliati per te