È questo l’errore da evitare che rovina la biancheria intima e gli elastici

Dopo poco tempo l’acquisto degli slip ci ritroviamo con gli elastici senza tenuta o con le mutandine sfibrate. Lavate e stirate come al solito, ci resta il dubbio su cosa possa averle rovinate. Ecco perché è meglio sapere che è questo l’errore da evitare che rovina la biancheria intima e gli elastici.

Vari tipi di elastici

Se si desidera una biancheria intima sempre come nuova bisogna curare sia il lavaggio sia la stiratura. Sono 2 le zone su cui fare attenzione: la stoffa e l’elastico. Per fare gli elastici si impiegano diversi materiali: poliestere, nylon, elastan, gomma, poliuretano. Quelli in nylon e poliestere son i più diffusi.

Controllare le temperature di lavaggio

Per un capo ben tenuto la temperatura di lavaggio gioca un ruolo importante. Gli elastici sono quelli più delicati e a differenza del tessuto in cotone o in lino non sopportano le alte temperature. Ecco quelle giuste secondo i materiali utilizzati negli elastici.

Il poliestere è una fibra sintetica da lavare al massimo a 40 gradi. Con il nylon è meglio non superare i 60. Per l’elastan non andare oltre i 40. Per quanto riguarda la microfibra lavare a freddo o a 30 gradi.

Il nostro consiglio è di non superare i 40 gradi in lavatrice e sistemare la biancheria intima in una sacchetta. In questo modo durante la centrifuga la stoffa non si stropiccerà e gli elastici non perderanno di tono.

Il momento di stirare

Vediamo ora le temperature da stiro che si addicono ai vari materiali dell’intimo. Se si stira il nylon e l’acrilico, la temperatura giusta è di 135 °C; per il poliestere, seta e lana è di circa 140 °C. Per stirare la viscosa, il cotone, il lino andiamo sui 200-230 °C.

Il problema delle mutandine che si sfibrano e gli elastici che si slabbrano è dovuto ai materiali compositi di cui sono fatti che richiederebbero diverse temperature per lo stiro. Con una mutandina in cotone e l’elastico in nylon, se usassimo per stirare i 230 gradi del cotone rischiamo di rovinare l’elastico in nylon; e se usassimo i 135 gradi del nylon non stireremmo il cotone. La cosa migliore è di non stirare affatto l’elastico così da non rovinarlo.

È questo l’errore da evitare che rovina la biancheria intima e gli elastici

Per il lavaggio oltre ai consigli sopra riportati, la soluzione più consona sarebbe di lavare a mano l’intimo con sapone di Marsiglia, e asciugare i capi all’aria.

Seguendo i nostri consigli i capi d’intimo dureranno a lungo senza rovinarsi.

Ecco come smacchiare i capi macchiati da altri capi in lavatrice.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te