È pericolosissimo questo insetto che divora le rose e gli alberi da frutto

Dopo aver fatto tanta fatica per far crescere le proprie piante, la cosa più spiacevole che potrebbe accadere sarebbe quella di vederle morire per colpa di un insetto. Parliamo di un insetto minuscolo, eppure capace di produrre effetti davvero devastanti. Le sue cavie preferite sono la rosa e gli alberi da frutto.

Vediamo come proteggere le nostre piante e facciamo attenzione perché è pericolosissimo questo insetto che divora le rose e gli alberi da frutto.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Aloe Vera Slim, l'integratore naturale che ti fa perdere peso velocemente

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Bello e dannato

L’insetto di cui parliamo è comunemente noto come “maggiolino”. In realtà, il suo nome è “cetonia dorata”, o “aurata”, per il colore del suo esoscheletro.

Esternamente, infatti, la “cetonia aurata” è di colore verde smeraldo metallico. Può essere anche color bronzo, giallo, o azzurro e nero. All’apparenza, dunque, quello che sembra un insetto dall’aspetto gradevole e dalle misure ridotte, in realtà nasconde un potere devastante. Fa la sua comparsa in natura tra aprile e maggio e si nutre di alcuni alberi specifici.

Una vera e propria devastazione

La sua alimentazione si basa sui fiori di diverse piante, rose in particolare, peonie e frutta dolce. È per questo che può provocare una vera e propria strage all’interno di un giardino o di un orto.

La cetonia è ingorda e, per questo, divora i petali dei fiori e i pistilli. E riesce a devastarli completamente. In primavera e in estate, invece, si attacca ai frutti e devasta totalmente anche questi. Insomma, avere questo insetto in giardino o nell’orto è garanzia di subire danni importanti.

Come liberarsene

Ad oggi, non esiste una soluzione definitiva per eliminare questo insetto da orti e giardini. L’unica soluzione è cercare di tenere il più puliti possibile piante e terreno, per evitare che le larve della cetonia possano proliferare in questi ambienti.

La larva, infatti, cresce in ambienti marci, umidi. La soluzione più sicura, però, è la rimozione naturale. Le larve, soprattutto nelle prime ore del mattino, possono facilmente essere raccolte dal terreno e spostate altrove. Bisogna fare particolare attenzione perché è pericolosissimo questo insetto che divora le rose e gli alberi da frutto.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te