È incredibile ma non tutti sanno quante volte bisogna lavare l’accappatoio per mantenere l’igiene, la morbidezza e il profumo di pulito

L’accappatoio è un capo importante che al contatto con la pelle dopo una doccia deve risultare morbido e profumato. Ma è incredibile ma non tutti sanno quante volte bisogna lavare l’accappatoio per mantenere l’igiene, la morbidezza e il profumo di pulito. Infatti, nell’incertezza si opta per il lavaggio ogni volta che si effettua una doccia, questo comporta uno spreco di corrente, acqua e detersivo. Ma qual è la giusta combinazione di lavaggio e igiene? Verifichiamolo

È incredibile ma non tutti sanno quante volte bisogna lavare l’accappatoio per mantenere l’igiene, la morbidezza e il profumo di pulito

Gli accappatoi offrono vantaggi e svantaggi a secondo il loro tessuto, infatti, possono essere di spugna o in microfibra. Quest’ultimo occupa poco spazio ed è molto usato nei viaggi, nei soggiorni estivi, eccetera. Ma chi ama avvolgersi in un accappatoio di spugna difficilmente sceglierà la microfibra.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina Fit, l'integratore naturale che ti fa perdere peso velocemente

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

A prescindere dalle preferenze, il tessuto può influire sulla frequenza dei lavaggi.

In linea generale, gli accappatoi in microfibra tendono a essere più leggeri ed asciugarsi velocemente. Quindi, questo permette un lavaggio in più tra una doccia e l’altra. Mentre l’accappatoio in spugna è più pesante e impegna un tempo più lungo per asciugarsi e può essere il terreno fertile per i microorganismi.

Alcuni consigli

Una buona abitudine è quella di stendere all’aria aperta l’accappatoio di spugna dopo l’utilizzo. Evitare di riporlo in bagno umido, in quanto questo potrebbe mettere a rischio la salubrità dell’ambiente. Inoltre, l’accappatoio umido in bagno crea la formazione di muffa. Bisogna fare attenzione perché riporlo umido potrebbe creare un terreno fertile per batteri e germi.

Infatti, l’accappatoio umido come anche gli asciugamani possono rilevarsi un habitat naturale per microorganismi pericolosi.

Riepilogando, se si utilizza un accappatoio di spugna, dopo averlo usato si può stendere all’aperto, farlo asciugare e dopo riporlo in bagno. Il lavaggio si può effettuare anche dopo 3-4 utilizzi, mettendo in pratica il consiglio dell’asciugatura. L’accappatoio, in questo modo, non perderà profumo e morbidezza.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te