È arrivato il momento della verità per i ribassisti o il petrolio accelera verso area 46 dollari oppure si riparte al rialzo

Finalmente è arrivato il momento della verità per i ribassisti o il petrolio accelera verso area 46 dollari oppure si riparte al rialzo. Dopo aver anticipato nelle scorse settimane (clicca qui per leggere) la correzione in arrivo, adesso le quotazioni sono arrivate al punto da dover decidere cosa fare nel medio periodo.

Dal punto di vista macro le novità degli ultimi giorno sono legate alla decisione dell’OPEC+ di aumentare la produzione del petrolio di centinaia di migliaia di barili al giorno per i prossimi mesi. Una decisione che in altri tempi avrebbe provocato un crollo del prezzo del petrolio, ma che questa volta è stata interpretata in modo positivo. Gli investitori, infatti, si sono si concentrati sulla più ampia ripresa della domanda, che ha permesso un aumento della produzione di petrolio. In altre parole, con la pandemia che si avvia a essere domata grazie alla campagna di vaccinazioni, si pensa che con la ripresa dei viaggi aumenterà la domanda del petrolio e, quindi, l’aumento della produzione sarà assorbito da maggiori consumi.

È arrivato il momento della verità per i ribassisti o il petrolio accelera verso area 46 dollari oppure si riparte al rialzo: Le indicazioni dell’analisi grafica

Il petrolio  (prezzo in tempo reale) ha chiuso la seduta del 9 aprile a quota 59,32 dollari in ribasso dello 0,47% rispetto alla seduta precedente. La settimana, invece, si è chiusa con un rialzo del 3,47% rispetto alla chiusura settimanale precedente.

Settimana prossima sarà molto importante per capire il futuro di medio termine dell’oro nero. Come si vede dal grafico settimanale, infatti, le quotazioni sono “appoggiate” sul supporto in are 57,6 dollari da ormai tre settimane. A questo punto o si rompe questo livello e si accelera verso area 46,6 dollari oppure si continua l’andamento laterale nel trading range 57,6-70,4 dollari. A quel punto solo una chiusura esterna a uno di questi livelli potrebbe dare direzionalità alle quotazioni.

Da notare che per un’inversione ribassista di lungo periodo bisognerà attendere una chiusura mensile inferiore a 53,54 dollari.

Time frame settimanale

petrolio

Le linee oblique rosse rappresentano i livelli di Running Bisector; le linee orizzontali i livelli de La Nuova Legge della Vibrazione. Sulla sinistra è mostrato il volume per ciascun livello di prezzo. Il pannello intermedio riporta il segnale di BottomHunter. Il minimo sul time frame considerato è segnato quando è uguale a 1. Il pannello dei volumi mostra il volume scambiato per ciascuna barra confrontato con una media mobile esponenziale zero lag a 20 periodi. Nel pannello inferiore è mostrato lo Swing Indicator che mostra i segnali al rialzo e al ribasso sullo strumento in questione.

Time frame mensile

petrolio

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te