Dove andare a settembre in Italia tra ottimo cibo e bei monumenti

In molti staranno già preparando la valigia in vista della partenza per le ferie. L’Italia si conferma una meta gettonatissima sia per la presenza di turisti stranieri che di turismo interno. Dopo il venir meno delle restrizioni dovute al Covid 19 sono molti coloro che hanno, comunque, deciso di trascorrere le vacanze nel Bel Paese. Sicuramente un modo per sentirsi maggiormente sicuri e meno in balia di eventi e regole diverse. In molti sceglieranno la favolosa Sicilia mentre altri preferiranno le montagne e i borghi del Nord Italia. Oltre a queste, poi, anche le città d’arte come Roma o Firenze avranno molto da offrire. Oggi, però, si andrà alla scoperta di una delle città più interessanti d’Italia, Bologna. Una città cantata da Guccini, Bologna conosciuta come la Rossa, la Dotta e la Grassa. Ottima da visitare anche per una gita di un paio di giorni a settembre.

Dove andare a settembre in Italia tra ottimo cibo e bei monumenti

Bologna si raggiunge tranquillamente in treno dalla maggior parte delle città italiane. Il centro storico non è cambiato molto rispetto al passato e si potrà girare a piedi. Il simbolo della città sono le due torri, Garisenda e Asinelli. Mentre la prima non è visitabile si potrà salire sulla Torre degli Asinelli per ammirare la città dall’alto. In alternativa si potranno percorrere a piedi i famosi portici. A Bologna, poi, si potrà visitare la Chiesa di San Luca sul Colle della Guardia. Risalente alla metà del ‘700 questa chiesa custodisce anche alcune opere di Guido Reni.

Facendo un passo indietro, tuttavia, è bene sottolineare che una delle prime attrazioni con cui si verrà in contatto arrivando a Bologna è Piazza Maggiore con la sua famosissima Fontana del Nettuno. Su questa piazza, poi, si affaccia l’edificio di culto più importante di Bologna, la Basilica di San Petronio. Un edificio risalente alla fine del Trecento con pianta a croce latina. All’interno si possono trovare diversi affreschi molto interessanti. Da non perdere, poi, la Basilica di Santo Stefano e la Pinacoteca Nazionale di Bologna con opere di Raffaello, Carracci, Tintoretto e molti altri. Ecco, quindi, dove andare a settembre in Italia per scoprire un luogo magico e ricco di interessanti monumenti.

Cosa mangiare

Bologna la Grassa per la sua tradizione culinaria incredibilmente varia e ricca. Impossibile non farsi conquistare dalla cucina di questa zona dell’Italia. Dalla crescente utilizzata, spesso, come antipasto in abbinamento a salumi e formaggi alla mortadella. Come primi, poi, da provare i tortellini in brodo e le famosissime lasagne bolognesi. Tra i dolci, invece, ottimi il certosino e la torta di riso, leggera e saporita.

Lettura consigliata

Viaggio tra i piccoli borghi d’Italia alla scoperta di Saluzzo

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te