Dal 27 aprile partono le domande a questa Regione per ricevere 250 euro per ciascun figlio studente e con ISEE entro questo limite

È fresco di pubblicazione il nuovo bando della Regione Campania per l’erogazione delle borse di studio relative all’A.S. in corso (2021/2022). Si tratta di una misura di sostegno per le famiglie con ISEE modesti e figli in età scolastica.

Il riferimento è al bando “IOSTUDIO” e adesso ne illustriamo i passaggi chiave. Anticipiamo solo che dal 27 aprile partono le domande a questa Regione per ricevere 250 euro per i figli studenti alle superiori.

Prestiti 2022

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 5051 - 6566+

Clicca sull'età

Prestiti 2022

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 50

51 - 65

66+

Clicca sull'età

In merito al bando “#IOSTUDIOREGIONECAMPANIA”

Si tratta delle risorse attinte dal Fondo Unico dello Studente istituito dal MIUR e che anche per quest’anno la Regione eroga ai suoi giovani cittadini. Gli aiuti sono diretti agli studenti delle scuole superiori (cioè le scuole secondarie di secondo grado) pubbliche e private “paritarie”.

L’importo del sussidio è pari a 250 euro e prevede il rispetto di una soglia ISEE. Nel dettaglio, l’Indicatore della Situazione Economica Equivalente non deve eccedere i 15.748,48 euro.

Per l’anno in corso la Regione prevede di assegnare 29.017 borse di studio ad altrettanti ragazzi. L’importo potrà essere speso dagli interessati per acquistare materiale didattico e beni o servizi utili per la loro crescita formativa e culturale.

Cosa serve per presentare la domanda alle borse di studio da 250 euro

Il sistema informatico per la richiesta della borsa di studio è alquanto semplice.

Basta essere in possesso del modello ISEE in corso di validità, del codice fiscale (CF) e del documento di riconoscimento del richiedente. Vale a dire del genitore, del tutore o del ragazzo interessato, se maggiorenne. Se minorenne, invece, serviranno il suo CF e un documento di riconoscimento. Infine occorre il Decreto di nomina del Tribunale, solo nel caso dei tutori.

Il sistema richiede anche l’indirizzo e il codice meccanografico dell’Istituto Scolastico frequentato dal beneficiario. Pertanto sarebbe meglio conoscerlo prima ancora di produrre l’istanza.

Dal 27 aprile partono le domande a questa Regione per ricevere 250 euro per ciascun figlio studente e con ISEE entro questo limite

Le domande vanno prodotte e inoltrate solo in remoto (non sono ammesse altre modalità di invio) attraverso la piattaforma predisposta dalla Regione. A tal fine occorre prima registrarsi al sito e poi procedere con la pratica.

Se lo studente è minorenne, sarà uno dei genitori o chi esercita la patria potestà ad inviare l’istanza, pena l’esclusione della stessa. In caso contrario, ossia studente beneficiario over 18, l’istanza potrà inviarla il diretto interessato.

Quanto ai termini, le domande andranno inviate dalle ore 9.00 del 27 aprile fino alle ore 22.00 del prossimo 12 maggio.

Sempre in tema di scadenze, ma slegate dal bando, ricordiamo che fino al 13 maggio ci si può candidare a questi 3 corsi di formazione gratuita.

In chiusura, invitiamo il Lettore interessato a prendere visione integrale del bando per gli eventuali dubbi e/o chiarimenti.

Approfondimento

Questi fortunati laureati guadagnano 1.841 euro netti a 5 anni dal titolo e sono richiestissimi

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te