Cosa fare quando le piante grasse ingialliscono e diventano molli?

Spesso si prendono le piante grasse non solo perché molto carine e decorative. Anche perché sembrano molto più semplice da curare. Richiedono poco tempo e abbelliscono comunque ogni casa. Ma cosa bisogna fare se la piantina ha problemi? C’è modo di salvarla?

Superano ogni avversità, o quasi

Le piante grasse sono molto resistenti. Sono tipiche di ambienti molto aridi quindi hanno sviluppato un’ottima resistenza alle avversità climatiche. Il loro grande pregio è quello di poter immagazzinare tanta acqua. Motivo per cui vengono anche chiamate succulente. Necessitano di poche cure e poca acqua. Ma nonostante siano molto forti e durature possono ammalarsi. Il più delle volte dipende proprio da quanta acqua assorbono. Ma può anche capitare che vengano colpite da malattie fungine.

Cosa fare quando le piante grasse ingialliscono e diventano molli?

Quando cominciano a comparire macchioline gialle sulla piantina c’è da preoccuparsi. È sintomo di una malattia che colpisce frequentemente le piante grasse da appartamento. Cioè il marciume delle radici.

Infatti molto spesso l’errore che si fa è dare a queste piante troppa acqua. Il che porta a un ristagno dell’acqua in eccesso nelle radici. E può anche portare allo sviluppo di funghi che andranno a uccidere la nostra piantina.

Ma quindi bisogna rinunciare a salvarle? Non è detto. Se presa in tempo, la piantina può essere salvata. Prima di tutto quando compaiono queste macchioline bisognerà smettere di innaffiarla. Travasarla in un nuovo vaso e mettere sul fondo sabbia o ghiaia può aiutare. Così da favorire il drenaggio dell’acqua ed evitare che ristagni marcendo le radici. Poi andrà spostata in un ambiente più simile al loro habitat naturale, meglio se con esposizione diretta ai raggi solari. In questo modo si potrà tentare di salvarla.

Se al tatto risulta molto molle e giallastra purtroppo non c’è più nulla da fare. Bisognerà estirpare la panta completamente.

Ed ecco cosa fare quando le piante grasse ingialliscono e diventano molli. Si può tentare di salvarle. Nel caso non fosse possibile, meglio imparare dagli errori. Evitare di innaffiarle troppo spesso. E usare della sabbia sul fondo del vaso per far drenare l’acqua in eccesso. Per qualche idea su piante che resistono bene al freddo invernale, cliccare qui.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te