Consigli utili su quando raccogliere e come fare maturare perfettamente i cachi acerbi

É originario dell’estremo Oriente, ma grazie alla sua adattabilità al clima mediterraneo è coltivabile anche in Italia. Tanto è vero che è uno dei frutti più amati e tipici del nostro autunno. Dal gusto dolce e dai molteplici benefici, è ideale per preparazioni sia dolci che salate. Il segreto per apprezzarne in pieno la sua tipica dolcezza sta nel momento giusto della raccolta. Anche dopo averli raccolti, necessitano di alcuni piccoli accorgimenti che ne garantiscono la maturazione. In questa rubrica vedremo, infatti, consigli utili su quando raccogliere e come fare maturare perfettamente i cachi acerbi.

Consigli utili su quando raccogliere e come fare maturare perfettamente i cachi acerbi

Il mese di produzione dei frutti è ottobre, in pieno autunno. Il momento ideale per la raccolta è, più o meno, da metà mese in poi. In base al clima e al territorio, si possono raccogliere i cachi anche fino a dicembre. A seconda dell’utilizzo che se ne deve fare, si staccano dall’albero o ancora acerbi o già maturi. Se si raccolgono acerbi, dovranno maturare, solitamente in cassetta e vedremo anche come farlo. Se, invece, si decide di farli maturare direttamente sull’albero, vanno consumati entro pochi giorni. Dei cachi esistono diverse varietà e ognuna si presta o meno ad essere raccolta acerba o già matura. Quelli più delicati è consigliato lasciarli maturare sull’albero. Invece, la variante del “caco mela”, piuttosto robusta e resistente, si può raccogliere anche leggermente acerba.

Come farli maturare?

Se si decide di raccogliere i cachi ancora sodi e acerbi, non devono tuttavia essere troppo verdi. Piuttosto, sono perfetti per essere staccati dall’albero quando raggiungono il color giallo arancione. Quando sono maturi hanno, invece, il tipico colore arancione acceso e, al tatto, sono abbastanza morbidi. Una volta staccati, quasi acerbi, dall’albero, per farli maturare si devono riporre in una cassetta di legno, quelle della frutta. È meglio posizionarli con la parte delle foglie verso il basso e non fare toccare i frutti tra di loro. Questo aiuterà il frutto a maturare in maniera omogenea senza rompersi. Una volta posti nella cassetta, conviene coprirli con un panno pulito.

Il trucco per accelerare la maturazione è però quello di inserire i cachi in sacchetti di carta. A tale scopo sono perfetti i sacchetti del pane, che lasceranno traspirare i frutti. Una volta chiusi i sacchetti, bisogna porli vicino ad una fonte di calore, come forno, camino o stufa. L’ideale sarebbe il calore naturale del sole e, dopo una settimana, i cachi saranno maturi. Questi sono i nostri consigli utili su quando raccogliere e come fare maturare perfettamente i cachi acerbi.

Approfondimento

Per conoscere un altro trucco, consigliamo di leggere questo articolo.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te