Consigli utili per dormire bene in estate nonostante il caldo e sull’aria condizionata accesa o spenta

Spesso d’estate, a causa del caldo afoso e degli insetti, si fa fatica a dormire bene. Il sonno, tuttavia, è fondamentale per ricaricarci e per il nostro benessere psicofisico. Qui, pertanto, forniremo una serie di consigli molto utili per permetterci di dormire bene in estate, nonostante il caldo. Il primo consiste nel non mangiare cibi pensanti prima di andare letto. Ciò, per evitare un sovraffaticamento dello stomaco, con conseguente produzione di calore corporeo. Quindi, sarebbe bene evitare: insaccati, carni grasse e formaggi stagionati.

Aiutano invece a dormire meglio frutti quali: mele, banane, pesche, albicocche, frutta secca. Altrettanto dicasi per il riso integrale, le verdure a foglia verde, il pesce e il tacchino, che sono tutti alimenti ricchi di sali minerali e vitamine. In secondo luogo, occorre bere molto per reintegrare i liquidi persi a causa della sudorazione. Un’altra buona abitudine conciliativa del sonno è, inoltre, fare una doccia tiepida o fresca prima di andare a dormire.

Altre abitudini che concilierebbero il sonno

Sarebbe inoltre buona norma utilizzare lenzuola di cotone o di lino, nonché indossare un pigiama comodo fatto di tessuti naturali. Infine, quando ci si mette a letto, per rilassarsi, è opportuno prendersi tutto lo spazio necessario. In tal modo si disperde maggiormente il calore corporeo. In generale, poi, gli ulteriori consigli utili per dormire bene in estate e garantirsi una buona qualità del sonno sono:

  • cercare di andare a dormire sempre alla stessa ora;
  • non fare attività fisica prima di andare dormire;
  • utilizzare un letto comodo e assicurarsi che la stanza sia ben ventilata e la temperatura sia adeguata;
  • assicurarsi un ambiente che sia, il più possibile, buio e silenzioso;
  • evitare l’utilizzo di smartphone, tablet e pc prima di andare a letto e, a maggior ragione, quando si è a letto.

Consigli utili per dormire bene in estate nonostante il caldo e sull’aria condizionata accesa o spenta

Infine, cerchiamo di sciogliere l’arcano sulla possibilità di utilizzare i condizionatori durante il sonno. Ebbene, la risposta è mediana, nel senso che potremmo utilizzare il condizionatore in modalità “deumidificatore” oppure un ventilatore. Questo perché, durante il sonno, la temperatura ideale è quella che va dai 20° ai 21°C. Quindi, se il caldo è davvero tremendo e finisce per pregiudicare del tutto il sonno, il condizionatore potrebbe essere d’aiuto. Tuttavia, bisogna prestare molta attenzione a come lo si usa, in quanto potrebbe provocare tosse, raffreddore e patologie bronchiali.

Lettura consigliata

Se stanchezza e sonnolenza ci accompagnano durante il giorno è opportuno adottare queste soluzioni

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te