Come truccare un naso aquilino facendo sparire la gobba in maniera naturale

Se ci guardiamo allo specchio e non ci piacciamo per via della gibbosità che rende irregolare il nostro naso, dovremmo riflettere prima di optare per la chirurgia plastica. Così come gli interventi per eliminare le rughe degli occhi o per modellare le labbra, anche la riduzione del naso e la limatura sono piuttosto invasivi.

Le controindicazioni esistono nel caso in cui l’organismo non sia in perfetta salute oppure soffra di particolari allergie, altrimenti si parla di edemi che dovrebbero essere assorbiti col tempo.

Modificare il proprio aspetto potrebbe incidere dal punto di vista psicologico e bisogna essere molto determinati per arrivare fino in fondo. Così come tanti difetti del nostro corpo, anche la gobba al naso potrebbe essere ereditaria se non dipende da un trauma o da una lesione giovanile. Dovremmo innanzitutto provare ad accettarci per come siamo.

Interventi a callo osseo, gibbosità e gobbe

Molte persone ricorrono al rinofiller per correggere i difetti del naso. Si tratterebbe di micro iniezioni a base di acido ialuronico che permettono di modellare le forme senza chirurgia. Se non ci sono problemi come deviazioni del setto nasale, che rendono difficile la respirazione, intervenire in maniera invasiva deve avvenire dopo attenta riflessione.

Certo, con la chirurgia non è possibile avere dei ripensamenti, una volta intervenuti è difficile tornare indietro. Gli interventi non chirurgici, da parte loro, non presentano alte percentuali di necrosi dei tessuti quando si volumizza correggendo i difetti. In ogni caso, con le micro iniezioni è necessario intervenire una seconda volta dopo un certo periodo di tempo. Non sono certo rimedi definitivi, ma prendersi cura del proprio corpo tramite la mente potrebbe portarci benefici maggiori.

La pulizia del viso per sgrassare la pelle ed eliminare i punti neri

Prendersi cura della pelle del viso e imparare come truccare un naso aquilino potrebbe essere un modo per affrontare il problema del nostro aspetto. Quando ci prendiamo cura del nostro corpo, anche la mente reagisce, iniziare ad apprezzarsi potrebbe essere più facile di quanto pensiamo.

La pelle del naso è sottile, ricca di capillari e depositi di tossine che devono essere espulse. Se ci guardiamo allo specchio e non ci piacciamo, concediamoci un trattamento rilassante.

Le tossine verranno espulse fisicamente, ma potrebbero esserlo anche mentalmente. Un hammam praticato una o due volte a settimana dilaterebbe i pori rendendo liscia la pelle. Utilizziamo un asciugamano e portiamo il vapore al viso per liberarci delle sostanze sebacee. Una buona maschera di argilla potrebbe fare il resto.

Come truccare un naso aquilino facendo sparire la gobba in maniera naturale

Il segreto per rendere il naso aquilino meno evidente è quello di truccare gli occhi, rendendoli più grandi. Le basi create con ombretti chiari e le palpebre truccate con ombretti scuri permettono di sfumare ottimamente verso l’esterno per ampliare lo sguardo.

Se la gobba del naso è frontale ma il naso ha una deviazione maggiore in un lato piuttosto che in un altro, lì è dove dobbiamo intervenire. Scuriamo la parte in cui si trova la curva con uno stick e assottigliamo il naso.

Intervenendo sulla curva e sugli occhi potremmo ottenere un effetto d’insieme molto efficace. Utilizziamo questa base e teniamola fissa a prescindere dal resto del trucco che potremmo variare a seconda delle occasioni. Creare uno stile tutto nostro è il modo migliore per evidenziare la personalità.

Lettura consigliata

Errori da evitare per avere capelli sani e rimedi naturali per non averli crespi

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini dei nostri lettori nell'utilizzo degli strumenti, degli ingredienti e dei prodotti per la cura della persona. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con gli strumenti, ingredienti e prodotti normalmente utilizzati per la cura della persona e il make up. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te