Come superare un colloquio di lavoro e ottenere il posto facendo leva soprattutto sulla prima impressione

Il successo di un colloquio di lavoro dipende molto dalla prima impressione. Per questo motivo i candidati pensano in anticipo a quale sarà il loro aspetto, a cosa indosseranno e a come si comporteranno.

Nell’articolo seguente vedremo come superare un colloquio di lavoro, proprio facendo leva sulla prima impressione e ottenere il lavoro dei propri sogni.

Il linguaggio del corpo e l’abbigliamento sono elementi importantissimi per fare una buona impressione a primo impatto sul recruiter.

Il 61% delle persone prende le proprie decisioni in base al proprio istinto e si fida della prima impressione. Il 37% afferma di valutare e classificare così la propria controparte, in base all’aspetto. Ecco perché la prima impressione è l’aspetto più importante sul quale lavorare.

Come superare un colloquio di lavoro e ottenere il posto facendo leva soprattutto sulla prima impressione

La scelta degli occhiali può essere vantaggiosa durante un colloquio, perché fa apparire inevitabilmente più intelligenti. Altrettanto importanti sono i sorrisi e il contatto visivo.

Può valere la pena anche esercitarsi in anticipo con parenti e amici. Questo consiglio sarà utile soprattutto a superare i blocchi che colpiscono le persone introverse e timide.

Per fare una buona impressione, se ci si presenta ad un colloquio per un posto da impiegato o dirigenziale, sarebbe meglio togliere i piercing e nascondere i tatuaggi, oltre a vestirsi in modo ordinato ed elegante.

Secondo alcuni consigli, non ci si dovrebbe presentare mai ad un colloquio con un outfit troppo colorato.

Come sembrare affidabili durante un colloquio

I sorrisi e il contatto visivo sono importanti perché aumentano la fiducia. Alcuni recruiter trovano più affidabile l’abbigliamento elegante di quello casual, altri recruiter invece preferiscono l’abbigliamento casual.

Si può affermare che il look business casual è probabilmente il più adatto per un colloquio di lavoro.

Importante è anche una solida stretta di mano, un contatto visivo diretto e aperto con il recruiter, un gran sorriso che mostri entusiasmo, prestando attenzione a non sembrare, però, arroganti e boriosi.

Come sembrare creativi e sicuri di sé

Se ci si presenta per un posto di lavoro da creativi, difficilmente ci si dovrà preoccupare di apparire seri ed eleganti. Non ci sarà bisogno di nascondere i propri tatuaggi, i propri piercing e il proprio stile, ma presentarsi esattamente così come si è.

Per sembrare sicuri di sé l’espressione facciale e il sorriso sono tutto. Non bisogna essere nervosi e sembrare a disagio. Anche una stretta di mano decisa fa trasparire molta sicurezza in se stessi e autostima.

È vero, dunque, che la prima impressione è molto importante durante un colloquio di lavoro, anche se un manager delle risorse umane esperto dovrebbe essere consapevole che la sua percezione è soggettiva e dovrebbe quindi ignorarla il più possibile.

Dopotutto, sono le capacità del candidato che devono essere valutate e non l’aspetto.

Approfondimento

5 cose che un candidato dovrebbe assolutamente rivelare durante un colloquio di lavoro, per superarlo ed essere assunto

Consigliati per te