Come si calcola la pensione a 64 anni con 20 anni di contributi e come presentare domanda

È possibile accedere alla pensione anticipata contributiva a 64 anni di età con almeno 20 anni di contributi. Questa misura pensionistica non è per tutti, in quanto prevede che i contributi siano versati secondo un determinato fattore temporale. Analizziamo come si calcola la pensione a 64 anni con 20 anni di contributi e come presentare domanda.

Requisiti della pensione anticipata contributiva

Hanno diritto alla pensione anticipata contributiva a 64 anni di età, coloro la cui pensione è calcolata interamente con il sistema contributivo. Il sistema contributivo prevede che il lavoratore sia privo di anzianità contributiva al 1° gennaio 1996, oppure, pure avendo contributi accreditati al 31 dicembre 1995, possono optare al computo nella Gestione Separata INPS.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Acquista lo smartwatch XW 6.0 con il 50% di sconto

Scopri ora l'offerta

Smartwatch

Inoltre, l’assegno pensionistico mensile deve essere non inferiore a 2,8 volte l’importo mensile dell’assegno sociale.

Ai fini della contribuzione “effettiva” del computo dei 20 anni di contribuzione, sono utili i contributi volontari, obbligatori, da riscatto, eccetera. Sono esclusi, invece, i contributi accreditati figurativamente a qualsiasi titolo.

Per esercitare la facoltà di opzione è necessario che i lavoratori abbiano la seguente contribuzione:

a) un’anzianità contributiva inferiore a 18 anni al 31 dicembre 1995;

b) al momento dell’opzione devono avere un’anzianità contributiva di almeno 15 anni, di cui almeno 5 versati successivamente al 1995.

La facoltà di opzione non può essere esercitata da coloro che hanno maturato un’anzianità contributiva uguale o superiore ai 18 anni al 31 dicembre 1995.

Come si calcola la pensione a 64 anni con 20 anni di contributi e come presentare domanda

Per effettuare il calcolo bisogna compiere i seguenti controlli e operazioni:

a) individuare la retribuzione annua del lavoro come dipendente, autonomo o parasubordinato;

b) calcolare i contributi di ogni anno, in base alle aliquote vigenti anno per anno per gli iscritti alla Gestione Separata, per i dipendenti e per gli autonomi;

c) determinare il montante individuale (moltiplicare i contributi anno per anno, rivalutati in base al tasso di capitalizzazione derivante dalla variazione media del PIL determinata dall’ISTAT);

d) applicare al montante contributivo il coefficiente di trasformazione. Il coefficiente varia in funzione dell’età del lavoratore all’atto del pensionamento.

Per maggiori chiarimenti sulla tabella dei coefficienti in base all’età e il calcolo dell’assegno, consigliamo di consultare la guida INPS.

Come presentare la domanda

Come si calcola la pensione a 64 anni con 20 anni di contributi e come presentare domanda? Abbiamo spiegato sopra come è calcolata la pensione anticipata contributiva e il fattore temporale dei contributi per poter accedere a questa misura.

La domanda deve essere presentata esclusivamente attraverso i canali standard, che sono:

a) sito INPS con le credenziali di accesso;

b) Contact Center integrato al n. 803 164 dal telefono fisso, oppure, al n. 06 164 164 da rete mobile;

c) tramite il Patronato o intermediari abilitati.

Consigliamo, prima di presentare domanda, di effettuare, tramite Patronato o direttamente presso gli Uffici INPS, una simulazione dell’assegno pensionistico. Essendo una misura calcolata interamente con il sistema contributivo, l’assegno potrebbe risultare in alcuni casi penalizzante.

Coloro che esercitano il computo nella Gestione Separata lo devono indicare al momento della presentazione della domanda di pensione.

La pensione decorre dal primo giorno successivo a quello di presentazione della domanda.

È prevista la cessazione del rapporto di lavoro, tranne per i lavoratori autonomi.

Consigliati per te