Come scegliere un libro: guida contro la monotonia di genere 

Leggere un libro è un’attività che interessa e coinvolge milioni di persone. C’è chi predilige un unico genere, lamentandosi, a volte, per i finali prevedibili; chi appartiene alla categoria de “l’eterno insoddisfatto” e chi, al pari di un eretico, nega addirittura il beneficio che un libro può apportare.

Ma, dal romanzofilo al fanatico digitale, dall’accumulatore al lettore vorace, dal saggista al patito di Middle-Grade una cosa è certa: scegliere un libro non è cosa semplice!
Ciascuno di noi è un soggetto predisposto alla lettura, bisogna però trovare il libro che più ci ispira.
Come scegliere un libro? Trattandolo come un vero e proprio “farmaco amico”.

Verso una scelta consapevole

Tutto sta nell’approccio e nel modo in cui analizziamo i termini.

Quando si sta male, la soluzione, spesso, si trova nel farmaco. Cosa ci vieta allora di considerare un libro come una cura? Che sia una soluzione per evadere da una vita piena di problemi. O per staccare dopo una lunga giornata di lavoro, per cercare la propria intimità o un semplice momento di relax. In ogni caso un libro può essere un farmaco dell’anima.

È necessario però capire come e cosa scegliere.

Da qui il secondo termine: amico. Ogni amico è speciale anche per il modo in cui ci fa sentire ed è naturale confrontarsi con amici diversi perché ciascuno di loro ci regala stati d’animo unici. A seconda del momento che viviamo scegliamo con chi condividere il nostro tempo. L’ amico dalle mille risate, quello con cui discutere dei massimi sistemi della vita e l’amico sfacciato che non perde mai l’occasione di dirti ciò che pensa. Cosi fanno i libri, divisi in generi che rappresentano i vari stati d’animo.

Affinché si possa trovare il genere più adatto bisogna valutare come scegliere un libro piuttosto che un altro. Avendolo tra le mani è necessario chiedersi se risponde alla domanda: può essere un farmaco amico per ciò che sono in questo periodo di vita? La domanda vale anche nel caso in cui si tratti di un regalo e può essere anche un valido argomento di discussione.

Libroterapia

Attraverso alcuni studi effettuati nell’ambito della psicologia – tra cui il metodo Bindi – si è constatato come la libroterapia aiuti il benessere psicologico delle persone e sviluppi l’empowerment. E noi siamo in continuo mutamento, come la nostra consapevolezza di noi stessi.  Che un semplice oggetto come un libro sia uno strumento per ritrovare il proprio benessere psicologico o uno stimolo per conoscere ciò che ad oggi ci sfugge è un dato di fatto. Che però possa aiutare a rifuggire dalla monotonia di genere non vi resta che scoprirlo con la domanda suggerita dal farmaco amico.

Consigliati per te