Come rimanere in forma e allenarsi attraverso semplici linee guida per un perfetto trekking senza lasciare la città

Camminare, lo sappiamo, fa bene. Potrebbe dare un aiuto al benessere di tutto il corpo, limitare nervosismi e stress vari, migliorare l’umore. Certamente, se questo movimento lo adottiamo in modo continuativo e non una volta ogni tanto. Un allenamento costante, anche tre-quattro volte alla settimana, dalla durata di almeno mezz’ora. E lo si può fare in città, attraverso un vero e proprio trekking urbano, seguendo semplici linee guida.

Scale, salite e discese, pendenze, proprio come in montagna

Le nostre città sono assolutamente perfette per andarsene in giro, attraverso variegati percorsi, in un trekking insolito ed efficiente. Ci solo scale più o meno irte, tratti in pendenza, altri pianeggianti, asfalto e, ogni tanto, sterrati e qualche buca di troppo… proprio come in montagna. Ciascuno di noi può perfezionare il tragitto più adatto alle proprie possibilità fisiche e alla propria età.

Inoltre, questo trekking da città lo si può praticare con qualsiasi meteo, in ogni stagione e orario. Persino la notte: le strade cittadine di solito sono illuminate!

Con in più la possibilità di allenarsi mentre attorno la città mostra i suoi monumenti e anche qualche angolo segreto che sfugge nella routine quotidiana.

Come rimanere in forma e allenarsi attraverso semplici linee guida per un perfetto trekking senza lasciare la città

Per avere il maggior numero di benefici, occhio a semplici linee guida. Intanto, questa camminata sportiva deve essere veloce e intensa allo stesso tempo, intervallata da movimenti lenti. Un allenamento aerobico tra velocità e lentezza per risvegliare il metabolismo. Ecco qui il vantaggio della città. Veloci sui tratti piani, lenti su quelli in salita come le scalinate, da coprire anche più volte.

E non serve portarci appresso uno zaino pesante con i viveri (che abbiamo a casa nostra!) ma mai rinunciare a una bottiglia di acqua, per reintegrarci della perdita di sali minerali.

Fondamentale però l’abbigliamento. Come in qualsiasi attività sportiva, dobbiamo stare comodi e a nostro agio. Preferire capi in fibre naturali o in tessuti tecnici anti sudore ma pure anti caldo o freddo. A seconda della temperatura, decidere di vestirsi a cipolla. Utile pure equipaggiarsi con giacca impermeabile, cappellino con la visiera (contro i raggi solari e contro la pioggia), occhiali da sole.

Capitolo scarpe: devono essere flessibili, non troppo morbide né dure. L’obiettivo è che seguano bene il movimento del piede, con una suola dall’altezza non eccessiva e che comunque permetta una corretta postura.

Insomma, come rimanere in forma e allenarsi, con questo nostro camminare sostenuto, è una pratica che coinvolge tutto il corpo. Ed è necessario che non intervengano dolori e doloretti, per stare davvero bene.

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te