Come pulire poltrone e mobili di vimini senza bicarbonato

vimini

Mobili e poltrone di vimini sono complementi d’arredo molto particolari. Si prestano per l’arredamento di villette al mare, per il giardino o per il terrazzo. Qualcuno li adopera anche in appartamento, per conferire un tocco rilassato agli ambienti.

Quel che è certo, però, è che sono abbastanza delicati e che necessitano di cure e manutenzione, a cominciare dalla pulizia. Per pulire questo tipo di mobili possiamo anche fare a meno del bicarbonato. Quello che ci occorrerà sarà, però, una spazzola (o uno spazzolino) a setole morbide.

Come pulire poltrone e mobili di vimini anneriti

I mobili di vimini sono caratterizzati da fibre intrecciate tra loro, che creano fessure e scanalature, che potrebbero risultare difficili da pulire. Innanzitutto, dovremo avere cura di spolverare i nostri mobili con una certa frequenza (almeno una volta a settimana), magari aiutandoci con un aspirapolvere, usando un beccuccio sottile per togliere la polvere da tutte le fessure.

Poi dovremo dedicarci a una pulizia più approfondita, almeno una volta ogni due settimane. Per farlo, ci servirà una bacinella contenente due o tre tazze d’acqua, alle quali aggiungere un paio di gocce di detersivo per piatti. Con l’aiuto di uno spazzolino da denti (per superfici piccole) o di una spazzola a setole morbide, dovremo spazzolare per bene tutta la superficie. Una volta completata la pulizia, dovremo avere cura di rimuovere il sapone in eccesso con l’aiuto di un panno in microfibra umido.

Sarà importante lavorare in piccole sezioni, aspettando che quella precedente si asciughi, prima di passare alla successiva. Questo perché se la poltrona o il mobile in vimini è bagnato, la trama si deformerà durante l’asciugatura. Lavorare in sezioni permette di mantenere la trama stretta.

Pulire la muffa

Se i nostri mobili sono stati intaccati da muffe e funghi, dovremo usare una soluzione con quattro parti d’acqua e una parte di aceto, praticamente lo stesso rimedio per pulire i tappeti dalla pipì del cane. In questo caso niente spazzola, ma panni in microfibra per trattare le zone deformate e ammuffite.

Per facilitare l’asciugatura, possiamo posizionare la sedia o il mobile in vimini davanti a un ventilatore o avere la pazienza di asciugarlo con il phon. Dovremo anche evitare di sederci o appoggiarci sopra oggetti pesanti in fase di asciugatura, per evitare che la trama ceda o si deformi in modo irreparabile.

Davvero sorprendenti i rimedi della nonna. Ci insegnano anche come pulire poltrone e mobili di vimini senza rovinarli. In questo caso non esistono prodotti miracolosi, ma possiamo armarci solo di tanta pazienza e olio di gomito.

Lettura consigliata

Invece di smaltire le bustine di silica gel possiamo riutilizzarle così

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te