Come pulire la testiera del letto imbottita e dire addio agli starnuti notturni

È una delle cose più fastidiose ritrovarsi nel letto, sotto le coperte al caldo. Quando all’improvviso si comincia a starnutire senza un apparente motivo. Non si ha il raffreddore, non si è preso freddo e la stanza è calda. Allora cosa può essere? Spesso il problema sta tutto nella testiera del letto.

Per quanto si può essere maniaci del pulito, esistono dei punti della casa di cui ci dimentichiamo. Spolverare sulle mensole ad esempio, soprattutto se molto in alto. Ma un altro oggetto che si dimentica spesso di pulire a fondo è proprio la testiera del letto imbottita.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina FIT, il nuovo integratore che fa perdere peso in pochi giorni

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Molto comoda per chi ha l’abitudine di passare del tempo a leggere prima di addormentarsi. Ma anche utile per schermare dal freddo. La testiera del letto è diventata anch’essa un oggetto di design. Se ne trovano di tutti i tipi e colori. Con varie imbottiture e fatte di diversi tipi di tessuto. Microfibra, nabuk, similpelle. Ma spesso non si pensa che sul bordo della testiera si possa accumulare la polvere. Invece, proprio come tutte le altre superfici, la polvere si annida anche lì.

Come pulire la testiera del letto imbottita e dire addio agli starnuti notturni

Ma come ci si comporta a seconda dei materiali? Ovviamente se è una testiera rigida basterà passare un panno cattura polvere e il gioco è fatto. Ma quando si tratta di tessuti bisogna fare attenzione a non rovinarli. Soprattutto se sono rivestimenti non sfoderabili.

Se si deve trattare un rivestimento di tessuto come la microfibra o il nabuk meglio evitare i panni. Non riusciranno a catturare tutta la polvere. Quindi bisogna munirsi di una spazzola a fibre morbide. Con molta cura basterà spazzolare via la polvere. E poi usare l’aspirapolvere per eliminarne i residui. Ovviamente con il beccuccio adatto, altrimenti si rovinerà il tessuto. Se il materiale è l’ecopelle o similpelle il procedimento è diverso. Il panno cattura polvere è la soluzione da adottare. Con l’aspirapolvere infatti c’è il rischio di lasciare segni antiestetici sul rivestimento.

Spray e igienizzazione

Per quanto riguarda l’igienizzazione e pulizia, esistono degli spray a secco utilissimi. Basterà spruzzare lo spray a circa 20 centimetri di distanza per pulire la testiera. Si può usare su tutto il letto, igienizzandolo e profumandolo. Questi spray per il lavaggio a secco rimuovono anche le macchie sui tessuti come microfibra e nabuk. Dopo l’applicazione basterà passare un panno umido e rimuovere ogni traccia della macchia.

Se invece il rivestimento è di ecopelle o similpelle, meglio usare solo il panno umido. Se non funziona, provare a rimuovere la macchia con la gomma magica, ma sempre delicatamente. Per evitare di rovinare il tessuto e lasciare segni soprattutto se la testiera è di colore chiaro. La gomma magica si trova facilmente in commercio, è un prodotto a base di melammina.

Ed ecco come pulire la testiera del letto imbottita e dire addio agli starnuti notturni. E se il letto è anche contenitore, meglio ricordarsi di dare una spolverata anche lì. Così niente più polvere e niente più fastidiosi starnuti.

 

Approfondimento

Un paio di trucchi per pulire le scarpe di camoscio

Consigliati per te