Come pulire la stufa a pellet in poche mosse

Le video guide di PdB

Da qualche settimana, ormai, plaid e copertine di ogni genere hanno fatto nuovamente capolino nelle abitazioni. Se non tutti, sicuramente una buona parte degli italiani sta mettendo a punto il sistema di riscaldamento. Dalla stufetta alogena, all’impianto ramificato in ogni angolo della casa, al classico ed intramontabile camino. Nonostante le temperature miti dell’ultimo periodo, da Nord a Sud, ci si attrezza per affrontare l’inverno.

Diversi tipi di manutenzione

Quest’oggi, gli Esperti di ProieizionidiBorsa vogliono dedicarsi a coloro che hanno optato per la stufa a pellet con qualche piccolo consiglio sulla manutenzione e sulla pulizia della stufa. È opportuno, innanzitutto, sottolineare che esistono due tipologie di pulizia, una ordinaria ed un’altra straordinaria. Per la pulizia ordinaria è necessario solo un po’ di pazienza e olio di gomito. Per la seconda pulizia, più tecnica, è opportuno rivolgersi a specialisti del settore.

SCOPRI L'OFFERTA SPECIALE
Acquista ora XW 6.0 dal sito web ufficiale

CLICCA QUI

Smartwatch

Come pulire la stufa a pellet in poche mosse

Attenzione al materiale di rivestimento. Se la stufa ha un rivestimento in ceramica, su cui si accumula lo sporco, è necessario utilizzare uno strofinaccio morbido ed un detergente adatto al materiale, dunque in questo caso alla ceramica.

Stesso ragionamento va fatto per le parti in metallo verniciato. Un panno morbido inumidito con un detergente apposito dovrebbero andar bene. Per il vetro, invece, la situazione è più complicata.

Il vetro della stufa non avrà vita facile a causa dell’usura della stufa e lo sporco che ne deriva dalla combustione del pellet. Una buona soluzione potrebbe essere quella di prendere qualche pagina di un quotidiano, inumidirlo e strofinare energicamente e soprattutto asciugare bene.

Pulizia interna

Per rimuovere la cenere, è sempre più gettonato un aspiracenere che in pochi minuti fa recupera tutta lo sporco in circolazione. Tuttavia, in mancanza di questa tecnologia anche il classico binomio scopa-paletta andrà bene. Per l’interno, in caso di incrostazioni, sarà necessario togliere il braciere dalla sua sede e pulire a fondo tutti i fori e la grata. Per questa importante operazione non va assolutamente utilizzata la spugnetta abrasiva oppure dosi di acqua. Basterà un panno asciutto con l’aggiunta di un detergente specifico per la pulizia delle stufe a pellet.

Infine, la manutenzione straordinaria dovrebbe essere effettuata una volta all’anno, da specialisti del settore. Ma come accorgersi se una stufa ha bisogno di una manutenzione da parte di un tecnico? Due segnali comuni avvertono l’esigenza di una pulizia straordinaria: quando il pellet rilascia uno sporco eccessivo e quando il vetro si annerisce più velocemente.

Se “Come pulire la stufa a pellet in poche mosse” è stato utile al Lettore, si consiglia anche “È meglio spegnere o non spegnere il WIFI di notte?“.

Le video guide di PdB

Consigliati per te