Come potare le rose a febbraio per avere dei fiori splendidi in primavera

Con febbraio è arrivato anche il tempo della potatura delle rose.

Le rose sono tra le piante con i fiori più belli in assoluto, colorati e profumati rallegrano il periodo primaverile ed estivo.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina FIT, il nuovo integratore che fa perdere peso in pochi giorni

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Febbraio è il periodo ottimale per curare le rose, infatti le piante si trovano a riposo vegetativo. Questo permetterà di operare al termine del ciclo di fioritura.

La potatura delle rose avviene, infatti, due volte all’anno: nella stagione autunno/inverno e in estate.

La potatura invernale di febbraio è consigliata se si vuole ottenere un’abbondante fioritura in primavera.

Tuttavia, nel caso in cui la pianta da potare sia molto giovane si consiglia di evitare di agire per i primi due anni. Questo le permetterà di infoltirsi  maggiormente.

Ecco come potare le rose a febbraio per avere fiori splendidi in primavera

Grazie alla potatura invernale potranno essere rimossi tutti i rami secchi e rovinati. Le rose non temono di essere sfoltite, infatti questo permetterà alla pianta di rafforzarsi.

Il tipo di potatura dipenderà dal genere di rosa su cui si andrà a lavorare, ci sono però dei consigli che varranno generalmente per tutte le piante.

Prima di iniziare la potatura sarà bene dotarsi di un paio di cesoie affilate in modo da tagliare in maniera netta il ramo ed evitare di rovinarlo.

Si consiglia di disinfettare la lama delle cesoie prima di utilizzarle per evitare di trasferire eventuali malattie fungine da una pianta all’altra.

Tagliando dovranno essere eliminati i rami secchi e appassiti che creano disordine e affollamento nella pianta. Questo, anche per favorire la circolazione di aria e luce anche nella parte interna dei rami.

Come tagliare i rami

La potatura dovrà essere effettuata al di sopra della gemma del ramo selezionato. Il taglio dovrà avvenire in maniera netta e obliqua, a circa cinque millimetri, in direzione opposta alla gemma.

L’acqua scivolando dal ramo, dall’alto verso il basso, non intaccherà la gemma e, grazie al taglio obliquo, si limiterà il rischio di sviluppo di infezioni e muffe.

Ogni ramo dovrebbe essere accorciato in modo da mantenere un paio di gemme per ramo. I rami da scegliere sono quelli con gemme che vanno all’esterno.

Per ottenere fiori splendidi in primavera non c’è niente di meglio di potare le rose a febbraio.

Per approfondimento si consiglia la lettura di questo articolo.

Consigliati per te