Come ottenere le agevolazioni con Legge 104 per eseguire lavori in casa

Tra le agevolazioni fiscali che si riservano ai titolari di Legge 104 ve ne sono alcune che interessano l’abbattimento o il superamento delle barriere architettoniche. Chi presenta una disabilità piuttosto grave e marcata può fruire di alcuni vantaggi fiscali che interessano specifici interventi. Si tratta di agevolazioni come l’IVA ridotta al 4% per l’acquisto di specifiche apparecchiature o servizi che favoriscono l’adeguamento dell’ambiente alle necessità della persona. A tali servizi si aggiungono anche delle specifiche detrazioni che interessano i lavori di ristrutturazione edilizia finalizzati ad eliminare le barriere architettoniche. Come ottenere le agevolazioni con Legge 104 per eseguire lavori in casa? Nella presente guida illustreremo gli aspetti principali delle due formule.

Cosa sono le barriere architettoniche?

L’eliminazione delle barriere architettoniche in ambito domestico rappresenta un obiettivo fondamentale per facilitare l’accesso negli ambienti e la mobilità della persona gravemente disabile. Al fine di realizzare questo scopo, l’attuale normativa tributaria garantisce alcune particolari agevolazioni che si riconducono alle finalità espresse dall’art. 3, comma 3, della Legge 104/92. In questo ambito, è opportuno operare alcune distinzioni in maniera che sia più semplice comprendere l’ambito di applicazione dell’una o dell’altra agevolazione. Come ottenere le agevolazioni con Legge 104 per eseguire lavori in casa?

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
XW 6.0, lo smartwatch di ultima generazione ad un prezzo incredibile.

SCOPRI DI PIU’

Smartwatch

Quando si pensa all’abbattimento delle barriere architettoniche, si pensa spesso agli eventuali ostacoli che si incontrano in luoghi o edifici di pubblico dominio. Al contrario, molte delle barriere architettoniche sono invece presenti proprio nella dimensione domestica. Immaginiamo ad esempio un condominio che abbia solo la scala di accesso, ma non un ascensore, un servoscala o un elevatore. Oppure, una porta di accesso alle stanze domestiche eccessivamente stretta che non consente il passaggio di una carrozzina. Insomma, le barriere architettoniche possono essere varie e di diverso genere. In casi simili è possibile utilizzare alcune agevolazioni per delle opere finalizzate all’abbattimento o al superamento dei tali barriere.

Come ottenere le agevolazioni con Legge 104 per eseguire lavori in casa?

In tale ambito possiamo citare almeno due principali agevolazioni. La prima riguarda la detrazioni fiscali per interventi di ristrutturazione sugli immobili. Come specifica l’Agenzia delle Entrate, in questo ambito è possibile fruire di due diverse detrazioni. Nel primo caso si parla di una detrazione al 50% su un importo di spesa massimo di 96.000 euro per spese sostenute tra il 26 giugno 2012 e il 31 dicembre 2020. Una detrazione pari al 36% per un importo fino a 48.000 euro per le spese sostenute a partire dal 1° gennaio 2021.

Tali detrazioni sono applicabili a quei lavori di ristrutturazione interna o esterna che favoriscano la mobilità della persona con disabilità. A titolo esemplificativo, questa agevolazione è applicabile dunque per lavori che prevedono la sostituzione di scale con rampe, oppure l’installazione di un elevatore esterno all’abitazione. Tale detrazione, è utile sapere, non è applicabile per l’acquisto di strumenti o beni mobili dunque. Essa riguarda esclusivamente gli interventi sugli immobili per facilitare la mobilità.

Un’altra forma di agevolazione fiscale invece interessa l’IVA agevolata al 4% per le prestazioni di servizi connesse all’appalto dei lavori. Nell’articolo “Quando si possono avere ausili per l’autosufficienza a IVA ridotta per Legge 104” abbiamo illustrato i casi in cui è possibile fruire del beneficio. Per comprendere l’utilizzo di tale agevolazione, risulta utile un chiarimento che fornisce l’Agenzia delle Entrate con risposta ad interpello n. 3 del 13/01/2020. L’aliquota IVA al 4%, secondo l’Amministrazione finanziaria, è applicabile a: servizi che dipendono da contratti di appalto o che hanno per oggetto la realizzazione di opere finalizzate ad abbattere le barriere architettoniche. Quindi, laddove la detrazione fino al 50% riguarda le opere di ristrutturazione edilizia, l’IVA agevolata si applica ai servizi relativi all’appalto. Ecco Come ottenere le agevolazioni con Legge 104 per eseguire lavori in casa.

Consigliati per te