Come lavare i piatti a mano efficacemente ed in poche mosse evitando tutti gli errori più comuni

Chi ha in casa la lavastoviglie in genere non lava mai i piatti a mano. Ma può anche capitare un guasto all’elettrodomestico e, nell’attesa che arrivi un tecnico, occorre chiaramente arrangiarsi. Per fortuna il lavaggio dei piatti e delle stoviglie a mano è possibile in maniera efficace anche con piccoli trucchetti ed accorgimenti. Partendo dal detersivo, passando per l’acqua da utilizzare tra calda e fredda. Ed il tutto andando anche a sfatare, su quello che è il lavaggio dei piatti, molte false credenze.

Vediamo allora, nel dettaglio, proprio come andare ad evitare quelli che sono, per il lavaggio dei piatti, gli errori più comuni. E questo anche perché nel tempo, con l’avvento della tecnologia, i segreti della nonna per il lavaggio dei piatti in maniera efficace ed in poco tempo si sono persi.

Come lavare i piatti a mano efficacemente ed in poche mosse evitando tutti gli errori più comuni

Nel dettaglio, per il lavaggio dei piatti l’acqua è tutto. In quanto, più calda è, più questa tenderà a sgrassare i piatti sporchi in minor tempo. Quindi, muniti sempre di guanti protettivi, la soluzione migliore è quella di lavare i piatti con l’acqua calda.

In più, per lavare i piatti bene serve la giusta dose di detersivo, poiché incrementandola oltre il dovuto non ci saranno mai dei vantaggi tangibili per sgrassare più in fretta. Così come non è vero che il detersivo che sgrassa di più è quello che fa più schiuma.

Queste quindi sono le prime risposte su come lavare i piatti a mano efficacemente, ma non finisce qui. Ci sono tante altre mosse da fare per lavare i piatti velocemente e bene. Ecco quali, aspettando che il tecnico aggiusti la lavastoviglie guasta.

Quali sono le mosse ed i trucchi della nonna per lavare velocemente e bene le stoviglie sporche

In particolare, la prima mossa da fare è quella di eliminare i residui grossolani di cibo dai piatti che sono sporchi. Magari utilizzando l’acqua di cottura della pasta. Oppure l’acqua con cui è stata lavata la frutta e la verdura. Se ci sono incrostazioni, usare l’acqua calda a fermo in una bacinella per fare in modo che poi queste vadano via rapidamente. I piatti, infatti, si possono lavare in prima battuta in acqua ferma con il detersivo. Per poi usare l’acqua corrente solo al risciacquo. Ed il tutto, come sopra accennato, sempre facendo uso di guanti protettivi.

Lettura consigliata

Come lavare i piatti e le pentole a mano con un solo lavello senza sprecare acqua e detersivo e non avere bollette da salasso

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te