Come lavare e stirare i pantaloni di velluto da indossare in autunno

Cambiamo aspetto adeguandoci alle temperature e agli eventi atmosferici nelle diverse stagioni dell’anno. In primavera sfoggiamo capi leggeri come vestiti, camicie e giubbini. In estate i tessuti preferiti sono il cotone e il lino. Con il caldo preferiamo top, shorts, abitini e gonne, per non parlare dei costumi da bagno e dei parei. L’inverno ci fa coprire con maglioni, cappotti e piumini.

Un classico capo d’abbigliamento

C’è una stagione di passaggio che a volte potrebbe metterci in difficoltà. In autunno, infatti, spesso incontriamo persone ancora in maniche corte mentre altre indossano già maglie a maniche lunghe o addirittura golfini. Le giornate spesso sono ancora abbastanza belle e sarebbe meglio vestirci a strati per fronteggiare eventuali cambi del tempo. C’è un capo classico ed elegante che teniamo un po’ tutti nell’armadio e che si comincia a mettere proprio nella stagione autunnale. Ci riferiamo ai pantaloni di velluto.

Sia uomini che donne li indossano con o senza giacca, abbinando camicie e gilet. Questi pantaloni li troviamo di vario colore, dal raffinato panna al caldo marrone, ma anche in arancione e nero. Come per altri pantaloni, ogni tanto dovremmo lavarli. Facciamo in modo, però, di non rovinarli. Invece di lasciarli in lavanderia, proviamo a pulirli noi. I capi delicati e che possono stingersi di solito li laviamo a mano. Potremmo farlo anche con quelli in velluto, sciogliendo in una bacinella un po’ di sapone delicato nell’acqua appena tiepida o fredda. Dopo aver letto l’etichetta, però, se possiamo usare la lavatrice, seguiamo alcuni passaggi.

Come lavare e stirare i pantaloni di velluto da indossare in autunno

Innanzitutto giriamo al rovescio i pantaloni e abbottoniamoli. Dopo inseriamoli nel cestello e preferiamo il programma per capi di lana e delicati, con temperatura sui 30 gradi. Scegliamo un detersivo liquido per bucato delicato e mettiamo nella vaschetta un poco di ammorbidente. Se possiamo selezionare la centrifuga, facciamola al massimo a 400 giri oppure evitiamola completamente. Se vogliamo, potremmo inserire in lavatrice i foglietti che assorbono il colore, magari fatti da noi. Alla fine del lavaggio stendiamo i pantaloni preferibilmente all’ombra.

Se il capo presenta delle pieghe, lasciamolo al rovescio e mettiamolo sull’asse da stiro. Adesso appoggiamo sopra un panno di cotone e avviciniamo il ferro a temperatura moderata, senza metterlo in contatto col capo. Stiriamo per il verso del velluto. Rigiriamo i pantaloni e lasciamo asciugare bene prima di riporli nell’armadio. Abbiamo visto, quindi, come lavare e stirare i pantaloni di velluto sia facile ed economico.

Lettura consigliata

Lavare il pizzo a mano o in lavatrice e come asciugarlo e stirarlo

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te