Come lasciare una somma in eredità alla badante o al partner senza testamento

Qualcuno è molto affezionato alla badante e vorrebbe lasciarle qualcosa in eredità, superando l’avversione dei figli. Altri hanno un’amica o un partner che vorrebbero gratificare con un affettuoso ricordo. Senza che ne sappia nulla in anticipo.

Ecco come lasciare una somma in eredità alla badante o a un partner senza testamento. E cosa si può fare per non incorrere in sequestri o contestazioni da parte dei legittimi eredi. Con l’aiuto di Noi, Esperti di Risparmio e Famiglia di ProiezionidiBorsa.

Prestiti 2021

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 5051 - 6566+

Clicca sull'età

Prestiti 2021

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 50

51 - 65

66+

Clicca sull'età

Perché scegliere le polizze vita

Le polizze vita non rientrano nell’asse ereditario. Sono esenti da imposta di successione e il beneficiario di una polizza vita può non essere informato di questo regalo.

Il nome del beneficiario possiamo cambiarlo a piacimento, dopo la firma del contratto. Possiamo farlo soltanto noi, attraverso una comunicazione scritta inviata alla compagnia assicurativa.

Il testamento non prevale

Il testamento non prevale sulla polizza vita. Le compagnie assicurative comunicano, ma solo agli eredi che ne facciano richiesta, tutti i dati relativi al contraente e alla polizza. Possono comunicare l’importo pagato e quello che viene erogato.

Ma non possono dire quali sono i nominativi dei destinatari del denaro. Questa identità è protetta dalla legge sulla privacy. E in nessun modo la compagnia assicurativa può essere costretta a renderla nota.

Il Garante della Privacy precisa che rivelare l’identità del beneficiario di una polizza vita non destinata agli eredi non è funzionale alla successione. Ma sarebbe anche un atto lesivo della privacy del beneficiario.

Come lasciare una somma in eredità alla badante o a un partner senza testamento

C’è solo un caso in cui gli eredi possono chiedere un reintegro al beneficiario della polizza. Il caso in cui la somma spettante al beneficiario superi la misura di un quarto del patrimonio totale in successione.

Per capirci, se un nonno lascia 40.000 euro di eredità a ciascuno due figli ma la badante ne eredita 35.000 con la polizza. Gli eredi legittimi possono pretendere la restituzione di 5.000 euro da dividere in due. Perché il beneficiario di una donazione non erede non può ricevere una somma maggiore di un quarto del patrimonio.

È dunque importante fornire al proprio assicuratore tutte le informazioni utili sul patrimonio, per non incorrere in questo genere di problemi, che comporterebbero delle spese legali a carico del beneficiario della polizza.

Consigliati per te