Come imparare a fare i gargarismi per mantenere una bocca sana

Se per molti può sembrare facile fare dei gargarismi, per altri risulta essere un procedimento molto difficoltoso e difficile da imparare. Fare gargarismi col collutorio o con liquidi disinfettanti naturali è un metodo che può essere utile ad attenuare o eliminare il mal di gola, le stomatiti, le gengiviti, l’alito cattivo, l’afte e la laringite. Il gargarismo è una terapia locale, fatta con dei collutori che vengono introdotti nella gola e fatti gorgogliare per poi essere espulsi. Essi esercitano un’azione astringente, decongestionante e disinfettante. La loro composizione è diversa a seconda dell’azione a cui sono destinati. Ma per essere efficaci e avere una seria funzione terapeutica devono essere effettuati nella maniera giusta.

Ecco come imparare a fare dei gargarismi per mantenere una bocca sana

Prendere un bicchiere

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Aloe Vera Slim, l'integratore naturale che ti fa perdere peso velocemente

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Occorre prendere un bicchiere per versarci all’interno il collutorio o qualsiasi altro liquido medicamentoso naturale. Non poggiare mai direttamente le labbra sulla bottiglia, perché i batteri ci si trasferirebbero sopra. Pertanto, farlo risulterebbe poco igienico.

Riempire il bicchiere e bere

Versare un po’ di liquido nel bicchiere e fare un piccolo sorso. Bisogna lavare i lati della bocca e il cavo orale, gonfiando e sgonfiando le guance e muovendo la lingua per far andare il liquido un po’ ovunque. Per imparare a fare i gargarismi per mantenere una bocca sana, occorre ruotare all’indietro il capo e, senza ingoiare, dire “ahhh” mantenendo l’epiglottide chiusa onde evitare di ingoiare il collutorio. Le vibrazioni della gola faranno muovere il liquido in modo tale che agisca immediatamente, dando sollievo in caso di infezione. Il liquido va mantenuto per qualche secondo e poi espulso nel lavandino. Non occorre usare  troppo collutorio, ne basta un pochino, altrimenti ci si potrebbe strozzare. I gargarismi devono essere fatti al mattino e la sera prima di andare a letto  e fare gargarismi appena si presenta un po’ di irritazione alla gola, può fermare l’infezione, prima che questa possa peggiorare.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te