Come far smettere telefonate ed email indesiderate fatte per scopi pubblicitari

A partire dal 27 luglio 2022 è attivo il registro delle opposizioni contro il telemarketing selvaggio. Il tutto, grazie all’emanazione del regolamento attuativo della legge n. 5/2018. A partire dalla predetta data, quindi, i cittadini potranno iscrivere nel registro il proprio numero del cellulare.

In tal modo, non riceveranno più le martellanti e continue chiamate indesiderate per rifilare ogni sorta di prodotto e servizio. Il diritto di opporsi sussiste non solo contro le chiamate di tele marketing effettuate dall’operatore, ma anche contro quelle automatizzate. Finalmente, dunque, si avrà uno strumento per non essere perseguitati a tutte le ore dalla pubblicità selvaggia delle grandi multinazionali.

Esse, infatti, si fanno sempre più incalzanti e diventano sempre più moleste. Sicché, finalmente, da oggi si potrà utilizzare il registro delle opposizioni, reso operativo dal Ministero dello Sviluppo Economico.

Funzione del registro delle opposizioni

Grazie, dunque, al regolamento UE n. 679/2016, i cittadini potranno iscriversi al registro delle opposizioni, opponendosi al trattamento dei propri dati personali. Si è infatti continuamente invasi da materiale pubblicitario o da comunicazioni commerciali, provenienti da operatori e da aziende di ogni tipo. Questi vengono profilati sia a mezzo chiamate sul telefono fisso o mobile, che a mezzo posta, anche elettronica. Sicché, adesso sapremo come far smettere telefonate ed email indesiderate che martellano in ogni momento.

Ebbene, grazie all’operatività della normativa enunciata, chi violerà il diritto di opposizione, incorrerà nelle relative sanzioni, previste dal regolamento europeo. In particolare, si prevede che i soggetti che praticano attività di tele marketing debbano presentare istanza al gestore del registro. Tale è, come indicato, il Ministero dello Sviluppo Economico o soggetto terzo. Detta istanza deve essere corredata dalla documentazione identificativa dell’operatore. Il gestore del Registro, entro 15 giorni dall’istanza, assegna all’operatore le credenziali e le relative autorizzazioni.

Questo significa che l’attività di telemarketing verrà, da ora in avanti, monitorata da uno specifico organo. Quest’ultimo, garantirà la correttezza nel flusso dei relativi dati, proteggendo coloro che non vogliamo subire intromissioni con le svariate pubblicità. Ma, vediamo, più nel dettaglio, come sarà possibile iscriversi al registro per ottenere la dismissione delle indicate attività.

Come far smettere telefonate ed email fatte per scopi pubblicitari

L’iscrizione al registro delle opposizioni è gratuita. Essa riguarda il numero di telefono del quale si è intestatari e sul quale si vuole far dismettere la pubblicità. Si possono iscrivere anche l’indirizzo e mail e postale.

Per farlo, si può procedere avvalendosi delle seguenti modalità: 1) compilando l’apposito modulo presente sul sito del RPO;

2) chiamando il numero verde 800 957 766 per le utenze fisse, oppure allo 06.42986411, per i cellulari;

3) a mezzo posta elettronica, inviando il modulo elettronico all’indirizzo iscrizione@registrodelleopposizioni.it.

Chi vuole riportare nel registro più numerazioni, può chiedere l’iscrizione contemporanea delle stesse, attraverso la compilazione di un solo modulo. Il rinnovo e la revoca dell’iscrizione possono essere effettuati in qualsiasi momento. Infine, l’iscrizione, il rinnovo e la revoca vengono effettuati dal gestore entro il giorno lavorativo successivo.

Lettura consigliata

La mail ha valore di prova

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te